Cronaca

Inceneritore, soluzione cercasi: Pizzarotti incontra Gamberale

Si incontreranno il sindaco Federico Pizzarotti, Vito Gamberale e Roberto Bazzano. Gamberale sembra ancora fermo sulle sue posizioni: l'investimento verrà annullato in assenza di garanzie. A rischio anche i dividenti destinati ai Comuni

L'ingresso del cantiere dell'inceneritore

Inceneritore ad Ugozzolo. Tra pesci d'aprile e lettere di disimpegno l'impianto inizierà ad essere attivo a brevissimo termine: dopo la pubblicazione della lettera 'riservata' che in realtà confermava una serie di voci che preannunciavano un rischio di ritiro dell'investimento fatto in Iren dal fondo F2i del presidente Vito Gamberale il 15 aprile si terrà un incontro. Allo stesso tavolo il sindaco Federico Pizzarotti, Vito Gamberale Roberto Bazzano. Gamberale sembra ancora fermo sulle sue posizioni: l'investimento verrà annullato in assenza di garanzie mentre il sindaco di Parma punterà ad una modifica del progetto inceneritore. A Bazzani il 'grave' compito di mostrare che il rischio di un disimpegno da parte di F2i oltre a mettere a riscio il bilancio di Iren andrebbe a mettere in discussione anche i dividenti di 155 milioni di euro che Iren versa nelle casse dei Comuni, tra cui quello di Parma.

PROTESTE. Intanto associazioni e movimenti sociali pensano ad un corteo che dovrebbe svolgersi verso la metà di maggio per ribadire la contrarietà all'inceneritore di Ugozzolo, che in realtà in quella data dovrebbe essere già attivo, a meno di sorprese all'ultimo minuto. Un tentativo finale quindi che dovrebbe chiarire anche la posizione del Comune di Parma e del sindaco Pizzarotti, da sempre contrario alla costruzione dell'inceneritore ma per ora 'sconfitto dai fatti'.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inceneritore, soluzione cercasi: Pizzarotti incontra Gamberale

ParmaToday è in caricamento