Inceneritore, il Comune si difende da Iren: 31mila euro per 2 avvocati

Il Comune di Parma si difenderà al Tar dalla richiesta di risarcimento di 28 milioni di euro avanzata dalla multiutility, l'incarico è stato affidato a Mario Pilade Chiti e Guido Uberto Tedeschi

Inceneritore. Per il blocco dei lavori del cantiere di Ugozzolo deliberato nel 2011 dal Comune di Parma Iren ha chiesto un risarcimento di 28 milioni di euro tramite il Tribunale Amministrativo dell'Emilia Romagna. Ora il Comune di Parma ha deciso di difendersi e di affidare l'incarico agli avvocati Mario Pilade Chiti, ordinario di diritto amministrativo presso l’Università degli Studi di Firenze e Guido Uberto Tedeschi del Foro di Parma. La causa di Iren contro il Comune di Parma è affidata agli avvocati Cantelli e Fusco. Sarà una guerra legale? Almeno così si preannuncia. Per gli incarichi ai due avvocati il Comune di Parma spenderà più di 31 mila euro. Nulla rispetto ai 28 milioni di euro che Iren ha chiesto al Comune di Parma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

Torna su
ParmaToday è in caricamento