Rifiuti da tutta Italia in arrivo ad Ugozzolo? Fornari: 'Il Pd non fa niente per impedirlo"

"In poche parole, i documenti ufficiali non pongono come vincolo la territorialità dei rifiuti, nonostante le promesse fatte e le recenti proposte dei sindaci dell'Emilia Romagna. Ci saremmo aspettati qualche dichiarazione e presa di posizione in difesa della nostra città da parte dei politici locali"

"Dopo aver imposto ai parmigiani l'inceneritore -si legge in una nota del consigliere dei 5 Stelle di Parma Stefano Fornari- il PD non fa nulla per evitare che i rifiuti di tutta Italia siano bruciati nell'impianto di Ugozzolo. Il pericolo di veder arrivare a Parma immondizia da altre zone potrebbe divenire una triste realtà se il PD di Parma non si schiererà in modo deciso contro il progetto politico voluto da Errani (presidente PD della Regione Emilia Romagna) in tema di rifiuti.
 
Nonostante le promesse, più volte dichiarate, relative allo smaltimento dei soli rifiuti provinciali, il rischio che Parma diventi la pattumiera d'Italia è purtroppo concreto. La rete del fabbisogno di impianti di incenerimento a livello nazionale stilata a Roma dal Ministero desta in noi molta preoccupazione, in quanto l'Impianto di Ugozzolo è sicuramente tra i più recentiMentre il ministro Orlando ci assicura, a parole, che questo provvedimento non implica obbligatoriamente la definizione di flussi extra regionali, la Regione nel suo Piano Regionale Gestione Rifiuti 2020 non dà rassicurazioni in questo senso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In poche parole, i documenti ufficiali non pongono come vincolo la territorialità dei rifiuti, nonostante le promesse fatte e le recenti proposte dei sindaci dell'Emilia Romagna; anzi, si parla proprio di reti nazionali e, secondo le previsioni, i rifiuti da incenerire aumenteranno nel 2019, nonostante, in realtà, con la raccolta differenziata questi dovrebbero diminuire drasticamente. Ci chiediamo quindi, che senso ha fare un piano regionale che preveda un aumento della raccolta differenziata se poi gli impianti, dopo 6 anni, restano gli stessi di adesso!
 
Considerate queste sconcertanti notizie, ci saremmo aspettati qualche dichiarazione e presa di posizione in difesa della nostra città da parte dei politici locali, soprattutto da coloro che avevano dispensato garanzie e promesse. Contro ogni previsione, invece, stiamo assistendo ad un silenzio assordante da parte dei vertici del PD e dei suoi esponenti di maggior spicco, dal Sen. Pagliari, al Presidente Bernazzoli, al Capogruppo in Consiglio Dall'Olio. Perché non prendono le difese della nostra città? Perché non dichiarano apertamente la loro contrarietà a questo progetto e non si pongono in netto contrasto con le direttive regionali?
 
Sembra sempre più evidente quindi che, come già ai tempi dell'approvazione dell'impianto di Ugozzolo il PD, a tutti i suoi livelli e correnti di pensiero, serri i ranghi e tutti i suoi membri, anche se la pensano diversamente, da bravi soldatini obbediscano pedissequamente agli ordini della segreteria. Speriamo che l'interesse pubblico per argomenti così importanti come la salute e l'ambiente comincino ad essere dominanti nelle politiche del PD e non solo a parole. Nel frattempo, purtroppo, l'appello lanciato dall'assessore Folli e ribadito più volte anche da noi consiglieri tramite i social network continua a rimanere senza riscontro"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento