Inceneritore, la Commissione Ambiente fa un giro. "Ci siamo resi conto della complessità"

Inceneritore. Mentre i cittadini di Parma sono sempre più preoccupati per le emissioni la Commissione Ambiente della Provincia va in visita con i tecnici di Iren. E Castellani propone di aprire le visite ai cittadini

Inceneritore. Mentre i cittadini di Parma sono sempre più preoccupati per le emissioni e per il funzionamento dell'impianto di termovalorizzazione dei rifiuti di Ugozzolo, al quale si sono opposti con forza negli ultimi anni, la Commissione provinciale Ambiente fa una visita all'impianto, con tanto di caschetto giallo. insieme ai tecnici Iren per "constatare la complessità dell'impianto" che attualmente, si legge in una nota della Provincia "sta lavorando in condizioni di sicurezza anche in relazione alle emissioni, significativamente inferiori ai limiti imposti dall’autorizzazione". Una visita, insomma, nella sala macchine dell'inceneritore. L'assessore provinciale all'Ambiente Castellani propone addirittura che le visite siano più frequenti ed aperte ai cittadini. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA NOTA DELLA PROVINCIA. "Commissione provinciale Ambiente in visita al termovalorizzatore di Ugozzolo. La IV Commissione consiliare (Difesa e risorse ambientali), accompagnata dall’assessore provinciale all’Ambiente Giancarlo Castellani, ha fatto un sopralluogo all’impianto nella mattinata di oggi.  Al sopralluogo hanno partecipato i consiglieri Giovanni Carancini, Paola Zilli, Roberto Bernardini, Caterina Bonetti, Giovanni Battista Tombolato, Stefania Contesini, Barbara Zerbini e Pietro Baga. I responsabili di Iren hanno illustrato ai consiglieri il funzionamento dell’impianto e le modalità di trattamento alle quali i rifiuti sono sottoposti una volta varcati i cancelli, e hanno accompagnato i consiglieri per le varie sezioni impiantistiche, dalla sala di controllo alle caldaie, passando per il sistema di trattamento delle emissioni. I consiglieri hanno potuto constatare la complessità dell’impianto, che attualmente sta lavorando in condizioni di sicurezza anche in relazione alle emissioni, significativamente inferiori ai limiti imposti dall’autorizzazione. Un apprezzamento è stato espresso dalla Commissione per la presentazione dei tecnici Iren e per l’utilità della visita, che ha permesso ai partecipanti di conoscere più da vicino il termovalorizzatore“Per quanto ci riguarda – spiega Castellani – l’attenzione e l’impegno per garantire la sicurezza e l’efficienza dell’impianto non si sono certo esauriti con la procedura di autorizzazione, ma continuano attraverso anche queste iniziative che hanno lo scopo di aprire l’impianto alla comunità, perché tutti possano avere la piena consapevolezza della realtà. Credo sia opportuno che le visite all’impianto siano sempre più frequenti e partecipate, per questo ritengo utile che Iren possa offrire questa opportunità ai nostri concittadini”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Sequestrati 70 chili di alimenti scaduti in un ristorante di Parma

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Controlli anti Covid durante la movida: multe ad una cena 'privata' a Chiozzola

  • Parma, ipotesi Longo come nuovo Ceo

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento