Soldi distratti dalla Parmalat di Tanzi: si va verso chiusura inchiesta

In Procura è arrivato Enrico Bondi nella veste di Commissario straordinario, incarico che continuerà a mantenere fintanto che la procedura relativa a Parmalat non sarà definitivamente chiusa

E' giunto alle ultime battute uno dei filoni dell'inchiesta della Procura di Parma sulla gestione di Calisto Tanzi del Parma Calcio. In Procura è arrivato Enrico Bondi nella veste di Commissario straordinario, incarico che continuerà a mantenere fintanto che la procedura relativa a Parmalat non sarà definitivamente chiusa, per acquisire informazioni sulle indagini, divise in più tronconi, che la magistratura parmigiana sta conducendo sulla società di calcio gialloblù. Quest'ultimo filone di inchiesta è il meno noto tra quelli condotti dalla magistratura.

Si sa che l'ipotesi di reato riguarda alcune "distrazioni" operate dalla gestione Tanzi e che l'indagine verrà chiusa agli inizi della prossima settimana. Sconosciuto, invece, il numero e il nome degli indagati. Nei mesi scorsi la Procura di Parma ha portato avanti altri due filoni relativi ai 'pagamenti in nero' di alcuni giocatori transitati nel club gialloblù e l'indagine relativa alla gestione da parte di Calisto Tanzi di due società che operavano nella massima serie italiana: il Parma e il Verona, quest'ultimo, stando all'accusa, gestito attraverso Giambattista Pastorello, ex dirigente del Parma Calcio, divenuto patron della società scaligera ma, a tutti gli effetti secondo l'accusa, prestanome di Calisto Tanzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento