Incidente sul lavoro a Corcagnano: muore l'operaio 40enne ricoverato in Rianimazione

L'operaio di 40 anni, Alessandro Alleva, ricoverato nel reparto di Rianimazione dell'Ospedale Maggiore di Parma, coinvolto nell'incidente sul lavoro del 23 maggio è morto

Il 23 maggio un'esplosione all'interno di una carpenteria metallica a Corcagnano aveva riportato alle cronache il problema degli incidenti sul lavoro. Per cause ancora da accertare all'interno dell'officina si verificò uno scoppio che portò al ferimento di un operaio di 40 anni, che fu soccorso dal 118 e trasportato d'urgenza all'Ospedale Maggiore di Parma. Il ferito, giudicato molto grave dai medici, era stato ricoverato nel reparto di Rianimazione. Dopo alcuni giorni l'operaio ferito, Alessandro Alleva, è morto: l'ennesima vittima sul lavoro che oggi la città si trova a piangere. Alessandro lavorava all'interno della ditta del padre a Corcagnano

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: riapre il reparto Covid al padiglione Barbieri

  • Coronavirus, a Parma aumentano i casi: nove con un asintomatico

  • Incendio a San Prospero, vigili del fuoco a lavoro

  • Nuovo Dpcm: mascherine e distanziamento sociale fino al 7 settembre

  • Ribaltone Genoa: c'è Faggiano al posto di Marroccu

  • "L'aeroporto Cargo a Parma? Un disastro ambientale annunciato"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento