Operaio rimane schiacciato mentre lavora al tornio: gravissimo al Maggiore

L'uomo stava lavorando all'interno di un'azienda di Isolanda, nel comune di Neviano degli Arduini

Gravissimo incidente sul lavoro in provincia di Parma, all'interno di un'azienda di Isolanda, nel comune di Neviano degli Arduini. Un operaio è rimasto schiacciato mentre stava lavorando al tornio, per cause in corso di accertamento. L'uomo è stato liberato grazie all'intervento dei Vigili del Fuoco: i sanitari dell'automedica e della Croce Azzurra di Traversetolo hanno prestato le prime cure al lavoratore, che ha riportato ferite gravissime. Appena scattato l'allarme l'elisoccorso è partito in volo dall'Ospedale Maggiore di Parma: il ferito è stato trasportato d'urgenza nel reparto di Rianimazione. Le sue condizioni di salute sono particolarmente gravi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aggiornamenti a breve 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto da un furgone e sbalzato contro una moto: ciclista 45enne gravissimo

  • A Parma il primo impianto dello stimolatore capace di interrompere i segnali di dolore al cervello

  • Devasta la stazione rischiando di far deragliare un treno: arrestato 21enne tunisino

  • Coronavirus: stato di emergenza prorogato fino al 31 ottobre

  • Incidente sull'Asolana: moto contro un'auto, muore 50enne motociclista

  • Coronavirus, è il giorno 'zero': né decessi, né contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento