rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca

Due incidenti mortali in poche ore, torna l'incubo sicurezza: "Tratti di strada sconnessi e molto pericolosi"

L'allarme dei residenti tra via Eia e via Cremonese e di quelli tra Roncole Verdi e Busseto: "Ci sono delle vere e proprie crepe nell'asfalto, già in auto è difficile da percorrere, figuriamoci in moto"

Dopo l'incidente stradale che è costato la vita al 29enne Loris Magro - uscito di strada in moto mentre percorreva la strada che collega Roncole Verdi a Busseto - e quello che ha provocato la morte del 63enne Marcello Palmia, si torna a parlare di sicurezza stradale, così come delle condizioni dell'asfalto in alcuni tratti della provincia. Due incidenti mortali in poche ore che hanno sconvolto le comunità di Busseto (dove viveva Loris) e quella di Parma, in particolare in via Maestri, dove Marcello conduceva un'attività commerciale, era infatti il titolare della macelleria equina. Due tragedie le cui cause sono in corso di accertamento, così come la dinamica degli scontri in cui sono state coinvolte le due moto.

Nel primo caso il conducente 29enne Loris Magro ha perso il controllo del mezzo, che è uscito di strada senza coinvolgere altri veicoli in un tratto di strada sconnesso, nel secondo caso la moto di Marcello Palmia si è scontrata con un'auto all'incrocio tra via Cremonese e via Eia. In entrambi i casi i residenti parlano di un problema di sicurezza.

"Percorre la strada da Roncole Verdi a Busseto - sottolinea un automobilista - ogni giorno in auto ed è difficile riuscire a tenere in strada un mezzo a quattro ruote, figuriamoci una moto. Come si vede anche dalla foto che avete pubblicato il tratto, nel punto dell'uscita di strada, è particolarmente sconnesso e non è facile riuscire a transitare in quel punto senza avere qualche tipo di problemi". "Ci sono delle vere e proprie crepe nell'asfalto - fa notare un residente in zona: sono molto pericolose per gli automobilisti ma soprattutto per i motociclisti, visto che le ruote delle moto rischiano di incastrarsi, soprattutto se si percorre la strada e velocità elevata". 

"L'incrocio tra la strada per Eia e via Cremonese - sottolinea una residente - è pericoloso soprattutto se si viaggia ad alta velocità e la visibilità, in particolari condizioni, non è ottimale. Così capita spesso che ci siano degli incidenti, a volte anche gravi. In questo caso purtroppo il motociclista è stato sbalzato sull'asfalto ed è deceduto subito dopo, un impatto violentissimo. Da tempo chiediamo che si intervenga in quel punto con un qualche tipo di regolamentazione". "Le auto sfrecciano ad altissima velocità, soprattutto di sera e di notte. Si rischiano continuamente incidenti, proprio nell'incrocio in cui è avvenuto lo schianto tra l'auto e la moto all'alba di sabato". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due incidenti mortali in poche ore, torna l'incubo sicurezza: "Tratti di strada sconnessi e molto pericolosi"

ParmaToday è in caricamento