Cade lungo un sentiero per 50 metri: muore 54enne di Corcagnano

Salvatore Baio, da tutti conosciuto come Fabrizio, lavorava come progettista meccanico alla Fermac di via Spezia

E' caduto lungo un sentiero per circa 50 metri ed è morto, tradito da quelle montagne che amava tanto. Salvatore Baio, da tutti conosciuto come Fabrizio, 54enne progettista meccanico alla Fermac di via Spezia ha perso la vita nella serata di mercoledì: il suo corpo è stato trovato nella notte tra mercoledì e giovedì da un'unità cinofila del Soccorso Alpino, impegnato nelle ricerche insieme ai vigili del fuoco e ai carabinieri. La moglie ha visto che non era tornato a casa e che era irraggiungibile sul cellulare: ha subito avvertito i soccorsi che si sono mossi nella zona dell'Alpe di Succiso, lungo il sentiero sull'Appennino Reggiano che il 54enne aveva deciso di percorrere.

Fabrizio Baio, appassionato di montagna e preparato per percorrere un sentiero di quel tipo, è scivolato, precipitando per 50 metri. Poco prima aveva inviato una sua foto alla moglie dal monte Casarola: l'immagine è servita ai soccorritori per mettersi sulle sue tracce. Quando lo hanno trovato, però, il 54enne era già deceduto dopo la caduta. Salvatore Baio viveva a Corcagnano con la moglie. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoratori si ribellano: "Il 15 gennaio apriremo nonostante i divieti"

  • Ecco cosa si può fare da lunedì 11 gennaio a Parma

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Parma scongiura la zona rossa

  • Dal 16 gennaio Parma rischia la zona rossa

Torna su
ParmaToday è in caricamento