Scontro tra tre auto: bimba di due anni gravissima al Maggiore

Padre, madre e i tre bambini di Busseto tornavano dalla preghiera di comunità. La figlia di due anni è ricoverata in Rianimazione, in prognosi riservata

foto Leonardo Trespidi/ Il Piacenza

Un sorpasso azzardato lungo il rettilineo, poi lo schianto fra tre auto. Sembrerebbe questa, secondo una prima ricostruzione effettuata dai carabinieri, la dinamica del gravissimo incidente stradale che si è verificato poco dopo le 20 di lunedì 1 aprile tra Fiorenzuola e Cortemaggiore e che ha coinvolto una famiglia di Busseto. La figlia di circa due anni si trova ricoverata al Maggiore in gravissime condizioni di salute: è in Rianimazione e in prognosi riservata. 

Il bilancio è di sette persone coinvolte di cui sei finite all’ospedale. Tra loro anche tre bambini di uno, tre e sei anni, due dei quali trasportati in volo in condizioni disperate agli ospedali di Brescia e Parma. Gravi, ma sembrerebbe non in pericolo di vita i loro genitori e una donna alla guida di un’altra auto. Illeso invece il conducente di una terza automobile coinvolta.

«Tornavano dalla preghiera di comunità»

Doveva essere una serata tranquilla per tutta la famiglia. Marito e moglie e le tre figliolette, tutti di origine indiana, erano appena usciti dal tempio Sikh che si trova proprio alla Barabasca. «Era terminata la preghiera e dovevano tornare a Busseto dove risiedono», racconta uno di conoscenti della famiglia. Anche lui poco prima aveva partecipato al momento comunitario e non appena ha sentito le sirene dei mezzi dei soccorritori (il centro si trova a circa duecento metri) si è precipitato sul posto, trovandosi di fronte ad una scena agghiacciante: lamiere contorte, le grida e il pianto dei piccoli.

La dinamica

Insieme ai soccorritori del 118 e ai vigili del fuoco sono arrivati in forze i carabinieri del Norm di Fiorenzuola, quelli di Villanova, Gropparello e una pattuglia della polizia stradale. Stando alle informazioni raccolte pare che una Ford ‘Fiesta’ condotta da un 45enne fosse diretta verso Fiorenzuola quando dallo specchietto retrovisore avrebbe visto un’auto, una Fiat ‘Punto’ con una donna di quarant’anni alla guida, immettersi nella corsia di marcia opposta per tentare un sorpasso, proprio nel momento in cui sopraggiungeva un’Alfa ‘147’ con a bordo la famiglia di Busseto. La donna ha cercato invano di rientrare, impattando prima contro la Ford che si è schiantata contro il guardrail; e poi dopo un testa coda, contro la fiancata sinistra dell’Alfa che è finita in un canale a margine della strada.

I soccorsi

Ad allertare il 118 sono stati alcuni automobilisti di passaggio e il titolare di una stazione di servizio che si trova proprio ad una decina di metri dal luogo dell’incidente: insieme hanno prestato i primi soccorsi in attesa delle ambulanze arrivate da Fiorenzuola (quella dell’ospedale e la Pubblica Assistenza), Cadeo, Carpaneto e Cortemaggiore. Da Piacenza è arrivata l’automedica mentre si sono alzati in volo due elicotteri da Brescia e Bologna, quest’ultimo atterrato al campo sportivo. I vigili del fuoco sul posto con una squadra del distaccamento della Valdarda e l’autogru arrivata da Piacenza hanno lavorato a lungo fianco a fianco con i sanitari per estrarre dall’auto madre e figlie. Una volta stabilizzate due delle tre bambine, una di un anno e l’altra di tre sono state condotte d’urgenza a Brescia e a Parma a bordo dei due elisoccorso. Un’altra bambina di sei anni è stata trasportata al pronto soccorso di Piacenza, sembrerebbe solo per accertamenti. In gravissime condizione si trova anche la madre delle piccole, anche lei ricoverata al Guglielmo da Saliceto. Meno critiche ma piuttosto serie le condizioni di salute del padre di famiglia, un 37enne, trasportato al pronto soccorso di Fiorenzuola; e della donna alla guida dell’altra auto ricoverata a Piacenza. Per consentire le operazioni di soccorso e il ripristino della strada con la rimozione di veicoli è stata bloccata per più di due ore la circolazione
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollino antifascista, Pizzarotti sul ricorso al Tar: "Proponetelo tutti per un'Italia antifascista"

  • "Columbus, lo stabilimento di Martorano chiuderà nei primi mesi del 2020: a rischio centinaia di posti"

  • Muore bimbo di 18 mesi: madre accusata di omicidio preterintenzionale

  • Senza patente distrugge tre auto e provoca un incendio, poi scappa: fermato giovane di Parma

  • Choc in centro: "I ragazzini delle baby gang si lanciano sotto ai bus in marcia"

  • Maltempo, perturbazione in arrivo: da giovedì neve a Parma

Torna su
ParmaToday è in caricamento