menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Quel tratto di strada è pericoloso e poco illuminato"

Dopo la tragica morte di Filippo Ricotti, travolto a Cascinapiano prima della fermata dell'autobus i residenti protestano per le condizioni di scarsa sicurezza della strada

"In quel tratto di strada quando c'è buio non si vede niente ed è pericoloso. Non lo dico oggi solo perchè è morto un ragazzo ma lo ripeto da tempo. Ed insieme a me anche altre persone che abitano in zona: nessuno ci ha ascoltato". I residenti di Cascinapiano e delle zone limitrofe, gli utenti degli autobus che arrivano alla fermata, vicino alla quale è stato travolto ed ucciso Filippo Ricotti protestano per la scarsa sicurezza della strada. Qui, a pochi passi dalla pensilina si vedono ancora i segni, tracciati sull'asfalto dagli agenti della Polizia Municipale per i rilievi dell'incidente e le tracce di sangue.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Sport

    Ennesima rimonta, il Parma non sa più vincere: con lo Spezia finisce 2-2

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento