Parola di Fidenza, 14enne travolta da un autocarro: è grave al Maggiore

Era appena scesa dalla corriera alla fermata di Parola, frazione del Comune di Fidenza quando è stata travolta da un autocarro mentre stava attraversando la strada. Una ragazzina di 14 anni è rimasta ferita gravemente

Era appena scesa dalla corriera alla fermata di Parola, frazione del Comune di Fidenza quando è stata travolta da un autocarro mentre stava attraversando la strada. Una ragazzina di 14 anni è rimasta ferita gravemente oggi pomeriggio davanti alla trattoria che si trova all'ingresso del paese. Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118 che hanno trasportato la giovane all'Ospedale Maggiore: ora si trova ricoverata in gravi condizioni per le lesioni subite. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • A Parma vietate le feste e lo sport amatoriale: mascherina in casa con i non conviventi

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento