rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Incidenti stradali

Muore a 21 anni avvelenato dall'acqua infetta del canale Naviglio

Piefrancesco Orlando era ricoverato al Maggiore di Parma dopo un incidente del 19 dicembre a Fabbrico: la sua auto era finita nel canale

E' morto all'Ospedale Maggiore di Parma dopo essere stato trasferito qui dall'Ospedale di Guastalla in seguito all'ingestione di acqua sporca, avvenuta durante un incidente stradale in cui era stato coinvolto la mattina del 13 dicembre. Il giovane 21enne Piefrancesco Orlando, operaio di Foggia che si era trasferito a Fabbrico dove lavorava alla Landini Tractor, non ce l'ha fatta: è morto in seguito all'avvelenamento per aver ingerito l'acqua infetta. La sua Lancia Ypsilon era finita contro un muretto e poi si era ribaltata più volte nel canale, finendo del greto: il conducente non aveva riportato gravi ferite. Ma poco dopo il ricovero all'Ospedale di Guastalla si sono manifestati i primi sintomi da avvelenamento: aveva difficoltà respiratorie e rischiava una grave infezione polmonare.

Dopo il trasferimento a Parma non ha più ripreso conoscenza: il 31 dicembre la situazione è precipitata anche per un blocco renale. Non c'è stato nulla da fare per Piefrancesco, che è deceduto nel pomeriggio dell'ultimo dell'anno. Il corpo del giovane è stato messo a disposizione della magistratura, che ne ha disposto l’esame autoptico che chiarirà le cause precise del decesso e quale batterio ha portato alla morte del giovane. Pierfrancesco Orlando viveva in Emilia Romagna da circa un anno, da quando era stato assunto alla Landini. Lascia fidanzata, i genitori e due fratelli. I funerali si terranno a Foggia nei prossimi giorni“

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore a 21 anni avvelenato dall'acqua infetta del canale Naviglio

ParmaToday è in caricamento