rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Incidenti stradali

I sogni spezzati di Niccolò, morto a 22 anni dopo lo schianto contro un muretto a pochi chilometri da casa

La sua Alfa Mito è uscita di strada mentre tornava dal lavoro. Il mezzo è deragliato in un tratto rettilineo, attraversando la corsia opposta per poi proseguire la marcia per circa 100 metri in un prato e terminare la corsa contro il muretto di un cortile privato

Morire a 22 anni, sbattendo la vita contro un muro di cemento armato sfondato con violenza a pochi chilometri da casa. Niccolò Melis percorreva quel pezzo di asfalto lungo un paio di chilometri ogni giorno. Casa-lavoro  e lavoro-casa, a Vicomero, con la sua Alfa Mito, guidata con orgoglio ogni volta che si sedeva al volante. Niccolò ieri stava rientrando dal lavoro, l'autofficina Olimpio di Baganzola, intorno alle 19, diretto a casa, dove abitava con la famiglia. Appena oltre il cartello di Vicomero, l'Alfa è uscita dalla carreggiata, verso sinistra, percorrendola per circa 100 metri in un prato e terminando la corsa contro il muretto di un cortile privato, sulla strada Baganzola. E' stato un attimo, prima dello schianto contro il muro che l'auto ha sfondato. I primi accertamenti non hanno evidenziato alcuna traccia di frenate sull'asfalto, mentre un pezzo di muretto è volato via e un altro è rimasto sotto l'asfalto. Niccolò è morto sul colpo, nonostante l'intervento dei vigili del fuoco che lo hanno liberato dalle lamiere. 

Che cosa abbia provocato la tragedia, sarà la squadra Infortunistica della polizia locale di Parma a stabilirlo. Guasto meccanico, un malore, il tentativo di evitare un ostacolo improvviso: tutte le ipotesi restano aperte.  All’apparenza, sembra un’uscita di strada solitaria: dai primi elementi e dalle testimonianze raccolte sul posto sembra che il veicolo abbia deragliato in un tratto rettilineo, attraversando la corsia opposta per poi proseguire la marcia per circa 100 metri in un prato e terminare la corsa, appunto, contro il muretto di un cortile privato. Sul posto, insieme ai vigili del fuoco e ai genitori del ragazzo, che aveva conseguito la patente da meno di un anno, i sanitari del 118 che hanno tentato senza esito di rianimare il giovane, le cui condizioni sono apparse immediatamente disperate.

PHOTO-2022-03-17-07-40-08-2

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I sogni spezzati di Niccolò, morto a 22 anni dopo lo schianto contro un muretto a pochi chilometri da casa

ParmaToday è in caricamento