rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca

Incidenti sul lavoro, il triste primato di Parma: più di un morto al mese

La nostra città è ai primissimi posti in Regione: nel 2021 si sono verificati 8.091 episodi, ben 800 in più rispetto al 2020 e si contano 16 decessi

Parma è ai primissimi posti in Regione per quanto riguarda gli incidenti sul lavoro. Nel 2021 si sono verificati 8.091 episodi, ben 800 in più rispetto al 2020 e purtroppo si contano 16 incidenti mortali. Più di uno al mese. Da questo punto di vista, è un dato in controtendenza perché risultano di meno rispetto al 2020.

“Come Cgil, Cisl e Uil, già da maggio scorso abbiamo presentato il patto per la salute la sicurezza dove chiediamo di rafforzare le norme contenute nel Testo Unico della Salute - dice Elisa Camellini, segretaria confederale della Cgil di Parma -. In materia di salute e sicurezza, bisogna insistere sugli interventi strutturali a partire dalla patente a punti per le aziende, inserire nei programmi scolastici, almeno nelle scuole superiori, alla materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, riuscendo in questo modo a far partire fin dal formazione dei ragazzi una preparazione che serva per andare nei luoghi di lavoro in maniera più autonoma. Non bisogna lasciare in mano al caso nulla".

Abbiamo le necessità di intervenire sugli appalti e sui subappalti - spiega la segretaria confederale della Cgil di Parma - perché è li che ci sono condizioni lavorative di rischio. Ad esempio, il maggior numero di incidenti sul lavoro nella nostra provincia si registra nei settori della pulizia e della logistica, o nel settore produttivo. Episodi che si verificano per caduta dall’alto, schiacciamento o ribaltamento con i mezzi lavorativi. Un trend da invertire assolutamente”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidenti sul lavoro, il triste primato di Parma: più di un morto al mese

ParmaToday è in caricamento