menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incidenti stradali: numeri e cause di un 2016 da incubo

Ecco i dati diffusi dalla Polizia Municipale

Nel 2016 gli incidenti stradali in provincia sono stati 2.732. 1.213 si sono verificati in ambito urbano. E di questi 746 sono stati con feriti, 467 si sono riscontrati danni material mentre 3 sono stati mortali. La suddivisione per sesso delle persone coinvolte in incidenti rivela che gli uomini sono più a rischio delle donne: 1.817 conducenti maschi coinvolti a fronte di 978 donne.

1.211 sono state i veicoli coinvolti, 190 sono velocipedi, 142 autocarri e 130 motocicli. 100 pedoni, 27 autobus e 89 ciclomotori. In base all’età, la fascia da 18 a 0 anni rappresenta il 22% sul totale dei sinistri come anche quella da 31 a 40 anni, seguita da quella tra 41 a 50 anni con il 9%, mentre quella da 0 a 17 anni con 3% e la fascia dagli 81 anni in su copre l’1%.

Le strade con maggiore incidentalità sono via Emilia Ovest,con 58 incidenti, via Emilio Lepido con 5 incidenti, Via Emilia Est con 35, via La Spezia, viale Piacenza e via Mantova con 22 incidenti, strada Traversetolo con 20 incidenti, via Fleming con 19, via Gramsci con 17 incidenti, piazzale Santa Croce con 14, via Sidoli con 13, Strada Baganzola, via Colorno, via Silvio Pellico e viale Fratti con 11 incidenti.

L’attività di Polizia Municipale è orientata a contrastare quei fattori o comportamenti che incidono negativamente sulla sicurezza con particolare riguardo all’eccesso di velocità ed al mancato rispetto delle norme di circolazione. La velocità è in vetta alla classifica delle cause. Le violazioni legate ai comportamenti di guida sono 447 per velocità pericolosa, 88 per uso del casco protettivo, 38 per manovra di sorpasso, 262 cautele negli spostamenti e cambi di direzione, 1034 per inosservanza della segnaletica semaforica. Violazione legata alle persone: 1.547 casi per uso  delle cinture di sicurezza o dei seggiolini per bimbi.1.389 per uso di telefoni cellulari e in contrasto a comportamenti scorretti verso l’utenza debole come l’uso non autorizzato di spazi di sosta riservati ai disabili, l’occupazione delle piste ciclabili, la sosta sui marciapiedi e attraversamenti pedonali e sull’intersezione, l’attività è stata intesa con 3930 multe per sosta su marciapiedi, 921 per sosta negli spazi al servizio dei disabili, 521 per sosta su attraversamenti pedonali, 100 su piste ciclabili e 975 per sosta sull’intersezione o nei pressi della stessa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, salgono i contagi: quasi 200 in 24 ore

  • Cronaca

    Parma torna arancione: ecco cosa cambia da lunedì

  • Cronaca

    Vaccino: al via le prenotazioni per chi ha dai 70 ai 74 anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento