Primarie, Chierici (Il Fatto) ai candidati: "Perchè non vi presentate assieme?"

Assenti all'appuntamento Vincenzo Bernazzoli e Giuseppe La Pietra. Proposte per il risanamento del bilancio, questione partecipate, valorizzazione della cultura alcuni argomenti dell'incontro

Incontro con i candidati del centrosinistra in viale Mentana

Bilancio e politiche per il risanamento dei debiti, società partecipate, cultura, urbanistica e ambiente solo alcune delle questioni sollevate durante quasi tre ore di dibattito tra i candidati alle primarie del centrosinistra in viale Mentana. Oltre a Giuseppe La Pietra, Vincenzo Bernazzoli è il grande assente all'incontro organizzato da Il Popolo Viola di Parma, moderato dal giornalista di Repubblica Marco Severo, a cui hanno preso parte i candidati Nicola Dall'Olio, Simone Rossi, Gianpaolo Cantoni e il giornalista de Il Fatto Quotidiano Maurizio Chierici. Attuare una razionalizzazione delle risorse economiche attraverso tagli alla macchina amministrativa, con una riduzione delle partecipate e tagli sui consigli direttivi, per indirizzare le risorse in servizi al cittadino la proposta di Rossi in tema di rientro del debito. Necessario, secondo Dall'Olio, limitare un irrigidimento del bilancio in favore di un ritorno della leva fiscale. E, in merito alle partecipate, afferma: "Bisogna togliere le scatole cinesi che si sono create tra società che hanno in mano altre società. Le stesse Stu sono strumenti che possono essere utili per la riqualificazione a seconda di come sono usate".

Nessuno sbilanciamento in merito a possibili squadre di governo da parte dei candidati. "Non faccio nomi ma posso dire chi non ho in testa: chi per almeno dieci anni ha vissuto di politica", afferma Rossi. Prematuro parlare di una squadra anche secondo Dall'Olio che aggiunge: "È prevista una drastica riduzione del numero di assessori. Noi abbiamo immaginato un accorpamento che preveda un'ottica d'insieme in tema di urbanistica, mobilità e ambiente. Necessaria anche una figura con delega ai rapporti con i quartieri". E sulla spinosa questione dellOspedale Vecchio, secondo Dall'Olio è necessario un più vasto progetto che comprenda anche l'impegno dell'università. "Non credo sia scandaloso, in alcuni casi, coinvolgere anche il privato, se il pubblico non ce la fa". Un edificio non più utilizzabile, con un progetto da rivedere, che punti a un recupero delle sue funzioni, il punto di vista di Cantoni. E, secondo Rossi, "Quando si agisce su un pezzo di cultura bisogna interpellare la cittadinanza per decidere".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In tema di trasparenza, idea "british" di Cantoni che propone di dare spazi e risorse all'opposizione e inserire i giovani nell'amministrazione. Sfruttare le potenzialità del sito del Comune a disposizione dei cittadini e trasmettere in diretta web i consigli comunali l'idea di Dall'Olio; si spinge oltre Rossi, con l'idea di un canale digitale terrestre per lo stesso scopo rendendo pubbliche tutte le delibere. E in tema di cultura e del rapporto con i parmigiani, significativa la descrizione di Chierici: "Il teatro dei dialetti è simbolico per la mancanza di reazioni da parte di quella che era una macchina da cultura, una città che non ha più una casa editrice, dove è sparito il rapporto della città con la cultura e la politica. Se non coinvolgiamo la città e i ragazzi entusiasmandoli per la cultura, Parma non potrà mai crescere". E avanza la proposta rivolgendosi ai candidati: "Perchè non trovate un tavolo comune per presentarvi tutti assieme?". Le diverse priorità date agli obiettivi dei propri programmi le risposte fornite dai candidati che, davanti a uno dei quesiti che sta maggiormente a cuore ai parmigiani in tema ambientale, glissano sulla risposta, ad eccezione di Rossi che afferma: "Se dovessi vincere, la prima cosa che farò sarà bloccare l'inceneritore e portare in tribunale Iren".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento