Pm10, Confesercenti twitta: "E' la prova che chiudere centro è demagogia"

Confesercenti twitta a @ParmaToday e al sindaco Pizzarotti in risposta all'articolo sul record di 135 microgrammi per le Pm10: "Da pochi giorni sono accesi i riscaldamenti delle case e le Pm 10 aumentano, sarà un caso?"

Inquinamento e blocco del traffico. La polemica tra associazioni di categoria e sindaco Pizzarotti prosegue. Questa volta su Twitter. Dopo l'articolo sul superamento record di 135 microgrammi di lunedì 21 ottobre Confesercenti Parma twitta a @ParmaToday e al sindaco Pizzarotti in risposta all'articolo: "Da pochi giorni sono accesi i riscaldamenti delle case e le Pm 10 aumentano, sarà un caso?". E ancora: "Il problema dell'inquinamento è un problema serio e occorrono interventi strutturali". Confesercenti Parma fa sapere al sindaco, sempre via Twitter: "Crediamo sia la prova provata che chiudere centro storico e domenica alle auto sia demagogia". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Pestato a sangue per aver difeso un collega: barista di Busseto in ospedale

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento