menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inquinamento ambientale e salute: quale futuro per le nuove generazioni? Se ne parla stasera al Teatro al Parco

Nell'incontro organizzato per questa sera alle 20.30 al Teatro al Parco si parlarà proprio dei danni che stiamo creando a noi stessi e alle generazioni future attraverso l'inquinamento ambientale fonte di sostanze tossiche che danneggiano irreversibilmente l'uomo e la natura.

Salute e ambiente, due tematiche strettamente interconnesse e a cui viene ricondotta tutta la base della vita ma, spesso, non ci si rende bene conto -sia nella vita quotidiana e che nelle nuove strategie economiche e societarie sia locali che nazionali- di quanto sia importante la loro difesa per poter tutelare noi stessi e le nostre prossime generazioni da possibili stravolgimenti che metterebbero a repentaglio l'intera specie.

Nell'incontro oragnizzato per questa sera alle 20.30 al Teatro al Parco si parlerà -insieme a medici esperti- proprio dei danni che stiamo creando a noi stessi e alle generazioni future attraverso l'inquinamento ambientale fonte di sostanze tossiche che danneggiano irreversibilmente l'uomo e la natura.

L'incontro vuole essere un'appendice della giornata che si svolge a Roma all'Istituto Superiore di Sanità in memoria di Lorenzo Tomatis, in cui i massimi esperti nazionali si confronteranno sullo stato di salute dell'ambiente e su come questo condizionerà le nuove generazioni in Italia.

12029015_10207681329140759_1782051540_n-2

Aria, acqua, terra, i beni essenziali per la vita che già 30 anni fa Lorenzo Tomatis vedeva compromessi a causa di uno sviluppo miope e dissennato da parte dell’uomo, sono l’oggetto di studio e riflessione di questa VI giornata a Lui dedicata.

Le centinaia di migliaia di sostanze chimiche immesse nel corso dell’ultimo secolo nell’ambiente sono ormai sistematicamente presenti in quasi tutte le matrici ambientali e non solo ne risulta compromessa la qualità di aria, acqua, suolo, ma la stessa salute umana ne è potenzialmente minacciata.

Sarebbe importante che questi temi divenissero di dominio pubblico interessando non solo i luminari della scienza, ma anche tutti i componenti della società civile e politica che, con le loro scelte e con le loro delibere, preservano o deteriorano il territorio in cui vivono.

Per questo motivo la Giostra dei Diritti, associazione di promozione sociale di Parma che organizza la serata, ha chiesto e ottenuto il patrocinio di Provincia e Comune ed estenderà l'invito a tutte le componenti sociali della città, dall'Arpa all'Ausl, dai medici ai pediatri, dall'Università all'Unione Industriali, nonchè Diocesi, Associazioni, Partiti e Movimenti.

L'intento è quello di promuovere un dibattito scientifico in grado di condurre gli interlocutori ad un confronto aperto attorno a temi che coinvolgono tutta la cittadinanza.

E' sempre più urgente l'adozione di politiche e stili di vita in grado di tutelare i beni primari quali terra, acqua, aria e salute.

Anche la nostra pianura padana, purtroppo, è un territorio soggetto ad inquinamento.

Relatori dell'incontro al Teatro al Parco saranno due figure di livello internazionale in grado di dare ampio respiro al dibattito: il Dr. Ernesto Burgio, direttore del comitato scientifico ISDE, che arriverà direttamente da Roma dopo aver avuto l'onore di aprire i lavori all'Istituto Superiore di Sanità al mattino e la Prof. Lucia Migliore, docente all'Università di Pisa, una delle più importanti genetiste d'Italia di fama internazionale.

L'incontro è gratuito e aperto a tutta la cittadinanza.

E' gradita la prenotazione tramite mail: lagiostradeidiritti@gmail.com

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    L'Inter soffre, ma vince: al Parma restano solo i complimenti

  • Cronaca

    Covid: quasi 170 casi e un morto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento