menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inquinamento, i Verdi: "Targhe alterne e blocchi veri e periodici"

"Sollecitiamo -si legge in una nota- le istituzioni territoriali, in primis il Comune nella persona del Sindaco Pizzarotti e dell’Assessore Folli, a procedere con un blocco del traffico vero e periodico (non limitato al centro storico, è un palliativo"

Inquinamento e blocchi del traffico. Intervengono i Verdi di Parma. "Soluzioni vere subito. Il permanere di alte concentrazioni di PM10 nell’aria di Parma- si legge in una nota- non ci deve portare a fare la conta di quanti giorni di sforamento stiamo registrando; devono portare tutti, singoli individui e istituzioni, a compiere un immediato cambiamento di stile di vita. Noi dei Verdi di Parma sollecitiamo le istituzioni territoriali, in primis il Comune nella persona del Sindaco Pizzarotti e dell’Assessore Folli, a procedere con un blocco del traffico vero e periodico (non limitato al centro storico, è un palliativo) e all’adozione della politica delle Targhe Alterne per tutto il periodo invernale: solo misure forti e continue impattano realmente sulla riduzione del PM10 e trasferiscono ai cittadini la consapevolezza della gravità criminale del nostro inquinamento.

Serve pertanto un’azione politica e istituzionale atta a promuovere una coscienza collettiva differente su questo tema: le persone devono essere consce che di Inquinamento dell’Aria si muore, ci si ammala, ci si sta male (il PM10 è cancerogeno!). Dobbiamo necessariamente agire sui costi occulti dell’inquinamento: trasferiamo sugli automobilisti il costo sociale dell’inquinamento (la spesa sanitaria relativa alla cura delle malattie legate all’inquinamento, per esempio) attraverso dei ticket kilometrici ed un ticket aggiuntivo sui Suv (altamente inquinanti); trasferiamo alle aziende altamente inquinanti questo costo sociale. Aumentare le piste ciclabili non è sufficiente: impattano non nell’immediato, e i benefici sulla riduzione del PM10 è minimo se non si incentiva il movimento in bicicletta con bonus veri a chi lascia a causa l’auto (l'amministrazione comunale di Sandnes, in Norvegia, eroga soldi veri in busta paga per ogni chilometro percorso in bicicletta, per ben tremila dipendenti comunali)".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento