Spot Money, imprenditori erano vittime: via agli interrogatori di garanzia

Saranno interrogati domani Savi e Benecchi i due funzionari di Stt Holding accusati di aver intascato mazzette in cambio di appalti. Per il pm, gli imprenditori erano costretti a pagare le tangenti

Cominceranno domani gli interrogatori di garanzia per Ivano Savi e Stefania Benecchi, i due funzionari di Stt Holding arrestati lunedì scorso nell'ambito dell'inchiesta "Spot Money".  Entrambi sono accusati di concussione: secondo il pm gli imprenditori erano costretti a pagare tangenti in cambio di appalti. Gli interrogatori si svolgeranno nel carcere di Modena dove è detenuto Savi e in quello di Piacenza dove invece è reclusa la Benecchi. Dalle indagini è emerso che il pagamento delle 'mazzette' avveniva direttamente negli uffici di Stt, la società partecipata al 100% dal Comune di Parma che è stata utilizzata come capofila delle numerose partecipate comunali e come "contenitore" principale dei debiti dell'amministrazione che, secondo una stima, ammonterebbero a oltre 600 milioni di euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto il presidente di Stt, Massimo Varazzani, ha dichiarato di avere piena fiducia nell'operato della Magistratura e che "quando ci sono misure di questo tipo, difficilmente non sono poi supportate da riscontri certi". L'inchiesta potrebbe allargarsi a macchia d'olio, come già accaduto per il filone 'Green Money', e portare in breve tempo anche a nuovi arresti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento