Interrogazione di Matteo Caselli, Consigliere Comunale del Pd

Sulle strutture sportive del quartiere Vigatto e i ritardi nella loro realizzazione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

"Oggi ho depositato- afferma il giovane Consigliere Comunale del Pd Matteo Caselli- l'ennesima interrogazione sull'annosa questione degli impianti sportivi nel Quartiere Vigatto. Vorrei ricordare come il quartiere dove risiedo sia l'unico privo di una struttura sportiva comunale degna di questo nome. Da anni ho promosso in Consiglio Comunale dla discussione di questa incresciosa vicenda.

Oggi la situazione è questa: vi è una struttura comunale in condizioni assai precarie nella frazione di Vigatto,  una struttura sportiva privata a Carignano ( ad oggi utilizzata a pieno da una società sportiva che avrebbe assoluto bisogno di un'altra struttura adeguata per poter continuare a garantire il servizio oggi offerto alle famiglie) mentre è completa l'assenza di strutture nella frazione principale del Quartiere, Corcagnano. L'Amministrazione Comunale oggi in carica e il suo Sindaco Vignali hanno per anni assicurato la realizzazione di una nuova struttura sportiva a Corcagnano, del quale si è annunciata l’imminente realizzazione almeno tre volte, e di cui sono stati presentati alla stampa addirittura il progetto ed un plastico dell’intervento con la comunicazione dell’avvio dell’iter amministrativo il 9/11/2007 (vedi il link), quindi quasi 4 anni fa.

Dopo anni di inutile attesa, dopo l'ennesima sollecitazione ricevuta da parte mia, nel corso dell’ultimo Bilancio Previsionale l’Assessore allo Sport ha assicurato che la l'Amministrazione Comunale intendeva porre rimedio a questa situazione e che sarebbero stati realizzati due interventi: la risistemazione del campo sportivo di Vigatto e la realizzazione di un’area sportiva attrezzata nella frazione di Corcagnano. Ad oggi mi duole sottolineare che ancor nulla sia stato fatto.

Con questa interrogazione -conclude Caselli - chiedo al Sindaco e all’Amministrazione Comunale di sapere se almeno stavolta, al netto del caos amministrativo in cui versa la Giunta, saranno onorati gli impegni assunti con il Quartiere ed, in caso di risposta affermativa, con quale modalità e tempistica. Da troppo tempo assistiamo al penoso ripetersi di promesse che puntalmente vanno disattese. Chiediamo una parola di verità, dopo questi quattro anni passati ad aspettare un'intervento più volte annunciato. Un conto è la crisi economica, un conto sono le promesse che si fanno anche quando si sa di non poterle rispettare. Vi sia per una volta il coraggio delle proprie decisioni".

Torna su
ParmaToday è in caricamento