Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

"Io, educatrice di un asilo nido bloccata dalla burocrazia: ecco perché non posso prenotare il vaccino"

Lo sfogo di una lavoratrice: "Non posso ricevere il vaccino Astrazeneca e quindi devo aspettare ma lavoro 8 ore al giorno coi i bimbi"

Le prenotazioni dei vaccini per il personale scolastico sono partite da lunedì 23 febbraio. Nonostante l'apertura della possibilità di prenotare dal proprio medico di medicina generale si sono registrate alcune situazioni critiche. Un'educatrice di un asilo nido di Parma  - bimbi dagli 0 ai 3 anni - non è ancora riuscita a prenotare la vaccinazione.

Lei lavora come educatrice in un nido di Parma: da quanto sta cercando di prenotare il vaccino? 

"Sono un’educatrice in un asilo nido 0-3 di Parma quindi da lunedi? - piu? o meno, perche? in realta? la situazione era ed e? ancora per molti colleghi in alto mare - ho avuto la possibilita? di prenotarmi per la somministrazione del vaccino con il mio medico di base. Ho riscontrato fin da subito dei problemi, perche? una volta contattato il mio medico sono venuta a sapere che lui, in quanto allergico non aveva fatto il vaccino e quindi non poteva somministrarlo ad altri. Alla mia domanda ok e quindi? La risposta e? stata rimbalzarmi all’Ausl del territorio che ovviamente non e? stato in grado di darmi una risposta"

Poi, nei giorni successivi, cos'è successo? 

"Fortunatamente dopo qualche giorno il mio medico si e? organizzato ed e? riuscito a partire con le vaccinazioni, ieri mi ha chiamato per dirmi che oggi (sabato 27 febbraio Ndr) sarebbe stato il mio turno, cosi? abbiamo fatto un momento il punto della mia salute e parlando dei vari casi che vietano la somministrazione del vaccino Astrazeneca abbiamo riscontrato che io ricado in uno di questi, e quindi fermi tutti. Lui non avrebbe potuto somministrarmelo. Alla mia domanda “e quindi dottore come procedo?” La risposta e? stata rimbalzarmi all’Ausl del territorio in quanto io dovrei riceve Pfizer o Moderna che ad oggi i medici di base non possono somministrare".

Visto che non può ricevere il vaccino Astrazeneca come deve muoversi? 

"Questa volta Ausl una risposta me l’ha data, ovvero il personale scolastico che per i piu? svariati motivi non potra? ricevere la dose di Astrazeneca saltera? e verra? vaccinata molto piu? avanti con il resto della popolazione. La cosa mi ha lasciato alquanto basita! Ma come e? possibile che si debba aspettare cosi? tanto se al momento e? prevista la somministrazione per tutto il personale scolastico in quanto considerata categoria a rischio? Com’e? possibile che nessuno abbia pensato che per alcuni  - forse molti dato le svariate controindicazioni di astra Zeneca - questo vaccino non possa essere somministrato e quindi debbano aspettare?" 

Lei lavora a contatto con i bambini durante tutta la giornata...

"Io lavoro in un nido, a stretto contatto con bambini per 8 ore al giorno dal lunedi? al venerdi? che non portano la mascherina, che per ovvi motivi sono sempre con le mani in bocca che per ovvi motivi non mantengono il metro di sicurezza. Non posso davvero credere che la risposta sia questa e non ci siano strade diverse. La mia esigenza non e? di vaccinarmi domani (magari, mi sarebbe proprio piaciuto!) ma almeno non tra 4-6 mesi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Io, educatrice di un asilo nido bloccata dalla burocrazia: ecco perché non posso prenotare il vaccino"

ParmaToday è in caricamento