Bando di gara per la differenziata, Dall'Olio: 'A rischio il lavoro delle cooperative sociali'

Il capogruppo del Pd Nicola Dall'Olio: "Pizzarotti si occupi di ciò che gli compete invece di auto-celebrarsi e dare lezioni su un modello che non va e che rischia di peggiorare"

"Invece di scrivere una lettera aperta a Renzi -scrive Nicola Dall'Olio- per cercare un po’ di visibilità sui media nazionali, Pizzarotti farebbe bene a occuparsi delle cose che gli competono e degli aspetti che non vanno in un sistema di raccolta rifiuti che è ben lontano dal potere essere indicato come modello per l’Italia.

Proprio in questi giorni è uscito il bando di gara di IREN per l’affidamento dei servizi di raccolta differenziata sulle tre province emiliane gestite dalla multi utility: Piacenza, Reggio Emilia e appunto Parma. Da una prima lettura del bando di gara emergono due aspetti molto preoccupanti che se non modificati rischiano di avere pesanti riflessi, sia sul piano occupazionale, che della qualità del servizio.

Ad oggi la raccolta differenziata è condotta principalmente da cooperative sociali locali. Con le forme di contratto di lavoro richieste dal nuovo bando, c’è il rischio concreto che le cooperative sociali non riescano nemmeno a partecipare alla gara restando tagliate fuori dal servizio, nonostante da mesi abbiano sollecitato IREN e la stessa amministrazione comunale affinché si tenesse conto delle peculiarità di chi impiega in prevalenza personale socialmente svantaggiato.

Ma non è finita: l’importo del servizio messo a gara (quasi 12 milioni di euro per la provincia di Parma) appare inferiore del 15% rispetto a quello attuale e questo nonostante il costo complessivo per i cittadini sia aumentato nel 2015 di ulteriori 600.000 euro. Come si giustifica questo taglio? Come potrà essere migliorata la qualità del servizio? E soprattutto, chi ne beneficerà sul piano economico? IREN o i cittadini che pagano una tariffa sempre più cara?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella lettera auto-celebrativa a Renzi a queste domande non si trova risposta. Pizzarotti invita spesso a guardare in alto. Ma forse è venuto il momento che inizi lui a volare un po’ più basso e a guardare all’altezza che gli compete. Prima di dare lezioni agli altri, cerchi per una volta, insieme ai sindaci di Piacenza e di Reggio Emilia, di incidere sulle scelte di IREN e di perseguire l’interesse dei cittadini e non il suo tornaconto mediatico. Un sindaco viene eletto per questo, per occuparsi e possibilmente risolvere i problemi della sua città. Non per farsi degli spot personali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto da un furgone e sbalzato contro una moto: ciclista 45enne gravissimo

  • A Parma il primo impianto dello stimolatore capace di interrompere i segnali di dolore al cervello

  • Devasta la stazione rischiando di far deragliare un treno: arrestato 21enne tunisino

  • Incidente sull'Asolana: moto contro un'auto, muore 50enne motociclista

  • Ribaltone Genoa: c'è Faggiano al posto di Marroccu

  • Diakhate, ma che combini? Denunciato per aggressione ad una ragazza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento