menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Acqua, Iren ci impose una polizza contro le perdite: ma poi non le copre

Denuncia di Roberto Gemma, amministratore della Polisportiva Unione di Sorbolo: "Oltre al danno del prelievo per l'assicurazione, la beffa di dovere pagare fino all'ultimo metro cubo disperso del tutto inconsapevolmente"

Riceviamo e pubblichiamo una mail di Roberto Gemma, amministratore della Polisportiva Unione di Sorbolo.

Perdita occulta, fregatura manifesta!
Qualche anno fa Enìa (ora Iren) propose / impose un' assicurazione da applicare in caso di perdite occulte della rete per l’acqua potabile, che si sarebbero potute verificare a valle del contatore. Iniziativa apprezzabile, si suppose. Pagare un pochino di più per evitare un possibile copioso salasso, ovviamente inaspettato, in caso di foratura di una conduttura che non evidenzi immediatamente la fuoriuscita inopinata del prezioso liquido.

Così, purtroppo, arriva il giorno in cui, leggendo il numero di metri cubi contabilizzati in fattura, si suppone immediatamente che ci sia una perdita di cui non si aveva sentore. Si eseguono i necessari controlli e si scopre la spiacevole situazione: la perdita occulta ha causato la dispersione di migliaia di metri cubi di acqua. Moralmente risulta molto triste. Ma dal punto di vista economico prevale una certa serenità in quanto lo strumento dell'assicurazione dovrebbe provvedere a limitare l’impatto negativo.

E qui il condizionale risulta significativo in quanto scopriamo increduli che l'articolata formula proposta dalla multi utility monopolista ci abbuona “zero” euro! Avete letto bene, oltre al danno (il prelievo per l’assicurazione), la beffa di dovere pagare fino all’ultimo metro cubo disperso del tutto inconsapevolmente. Ovviamente, vista la cifra in gioco, sarà il nostro legale a chiedere chiarimenti ed a cercare di tutelare non solo i nostri interessi, ma anche una decenza che se forse era presente in passato, ora è venuta certamente a mancare. Sarà nostra cura tenervi informati dell’epilogo di questa vicenda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

  • Cronaca

    Teatri e cinema riapriranno il 27 marzo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento