menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Busta paga

Busta paga

L'Irpef alleggerisce le buste paga: Parma sul podio delle tartassate

Nella città ducale l'aumento della tassazione è stato portato ai massimi livelli. Peggio di Parma solo Caserta, città in cui è stato dichiarato il dissesto finanziario del Comune

Continua a pesare l'Irpef sulle spalle degli italiani con le aliquote locali. "Dopo i rincari delle addizionali regionali dello 0,33% varati con il salva-Italia e applicati nelle buste paga di gennaio - scrive il Sole 24 Ore - una nuova tornata scatta a fine marzo con l'acconto del 30% dell'addizionale comunale decisa nel 2011, e andrà avanti fino al 2013 quando si registreranno gli aumenti decisi in queste settimane da molti sindaci. Vanno poi calcolati gli aumenti eventualmente deliberati dalle Regioni e quelli obbligati per gli extra-deficit della sanità. A livello di Comuni i rincari più accentuati a Caserta e Parma, ultime in classifica Siena e Brescia".
Nella nostra città, con un reddito di 50mila euro annuo, l'aumento della tassazione sarà pari a 160 euro. Peggio di Parma solo Caserta (città in cui è stato dichiarato lo stato di dissesto finanziario). Al terzo posto in questa classifica tutt'altro che positiva, la città di Catanzaro con un aumento di 150 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

  • Sport

    L'Inter soffre, ma vince: al Parma restano solo i complimenti

  • Cronaca

    Covid: quasi 170 casi e un morto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento