menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il taglio del nastro

Il taglio del nastro

Istituto Toschi, ecco il nuovo pano terra senza barriere architettoniche

Completamente rinnovato il piano terra dell’Istituto Toschi. Inaugurati i lavori di ristrutturazione, realizzati dalla Provincia, per un costo di 100mila euro

Completamente rinnovato il piano terra dell’Istituto Toschi. Inaugurati i lavori di ristrutturazione, realizzati dalla Provincia, con la delegata Canova e il dirigente scolastico Pettenati. Barriere architettoniche abbattute, servizi igienici rifatti e quattro nuove aule. Costo 100 mila euro.

Sono stati completamente ristrutturati i locali del piano terra del Liceo Artistico Statale “Paolo Toschi”. A tagliare il nastro, la mattina del 24 ottobre, la delegata provinciale al patrimonio Michela Canova e il dirigente scolastico Roberto Pettenati, accompagnati dai tecnici del Servizio Patrimonio della Provincia Cassinelli, Pisi e  Vitali.

I lavori hanno comportato l’abbattimento di barriere architettoniche al piano seminterrato per raggiungere palestra, il rifacimento del servizio igienico al piano seminterrato con la creazione di un bagno per disabili al piano, il rifacimento dei servizi per l’Aula Magna, una nuova distribuzione di spazi nel seminterrato per la creazione di quattro nuove aule.

Il costo complessivo dell’intervento è stato di 100mila euro, a carico del bilancio Provinciale 2017; i tecnici della Provincia hanno curato direttamente progetto, direzione lavori e coordinamento sicurezza; i lavori son o stati eseguiti dalle imprese SGC di Parma e Pasini di San Secondo.

“La ristrutturazione del piano terra riqualifica l’intero ambiente dell’indirizzo Grafica e ci ha permesso di creare una nuova aula didattica e un laboratorio di informatica con 20 Apple di ultima generazione - ha affermato il dirigente scolastico del “Toschi” Roberto Pettenati - Quindi grazie all’Amministrazione Provinciale abbiamo risolto i nostri attuali problemi di aule senza gravare su edifici esterni e senza costringere a pagare affitti. Voglio ricordare anche che l’intervento ha consentito l’abbattimento di alcune barriere architettoniche che limitavano l’accesso ad aree dell’Istituto.” 

“Questa è la logica con la quale si  muove la Provincia sull’edilizia scolastica: registriamo i bisogni e cerchiamo di rendere funzionale il patrimonio esistente al massimo delle nostre capacità - ha dichiarato la Delegata provinciale al Patrimonio Michela Canova - Questo intervento, come altri su edifici di nostra proprietà,  ha lo scopo di ottimizzare gli spazi e renderli versatili per soddisfare le necessità degli istituti superori, adattandoli via via alle loro molteplici e mutevoli esigenze, pur nella scarsità dei nostri mezzi.” 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Attualità

    Crolla il controsoffitto: Duc allagato

  • Attualità

    Scuola Bottego, piano allagato: gli alunni tornano a casa

  • Cronaca

    Covid: 125 nuovi contagi e un morto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento