menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Italtunnel. Operai occupano il cantiere Astaldi: "Restiamo qui finchè non ci pagano"

Dopo aver ostruito l'entrata nella galleria in costruzione, da oggi i lavoratori della Italtunnel hanno bloccato la Pontremolese. Domani l'incontro in Provincia ma Italtunnel non parteciperà: è in concordato fallimentare

Non entrano e non escono più i mezzi dal cantiere della Pontremolese. A Solignano operai e impiegati dell’Italtunnel dopo una settimana di proteste alzano la posta paralizzando l’intero cantiere dell’Astaldi. Una settimana fa, il 2 ottobre, i lavoratori avevano bloccato una galleria in costruzione. I carabinieri sorvegliano il presidio. “E' da stamattina che litigano, ma non riusciamo a capire perchè” dichiara uno dei lavoratori in sciopero (riferendosi ai sindacati).

Domani in Provincia l’assessore al Lavoro incontrerà le maestranze Italtunnel insieme al sindaco di Solignano e ai vertici dell’Astaldi. Al tavolo istituzionale non siederà la dirigenza dell’Italtunnel ormai in concordato fallimentare. D’Antonio Domenico della Cisl Filca chiede “garanzie occupazionali per i lavoratori. Vogliamo risposte chiare sugli stipendi e sul rimborso delle trasferte”, mentre la Uil dice di aspettare “un fax dell’Astaldi che contiene la proposta economica dell’azienda”.

“Venerdì abbiamo incontrato l’Astaldi” afferma Corrado Turilli della CGIL “ci hanno detto che non sono in grado di dare risposte né sui salari né garanzie occupazionali. Abbiamo proposto di sbloccare il cantiere se pagano, ma loro hanno detto di no. Se danno un acconto, vogliono che gli operai lavorino, ma poi chi li pagherebbe?”.

“Ci stanno prendendo in giro, qua si mette sempre peggio” tuona uno dei lavoratori asserragliati all’entrata del cantiere “l’azienda ci promette aria fritta”. Il presidio “continuerà ad oltranza” affermano all’unisono gli operai “vogliamo i nostri stipendi. Non abbiamo più neanche i soldi per tornarcene a casa”.

LA VICENDA DEI LAVORATORI ITALTUNNEL

Cantiere dell'Astaldi a Solignano. Sono tutti trasfertisti, ma da quattro mesi non ricevono i rimborsi viaggio e da agosto neanche il salario. "Per avere lo stipendio di giugno abbiamo dovuto lottare, ora a distanza di pochi mesi siamo nella stessa situazione, - afferma uno dei dipendenti in sciopero - eppure i lavori li abbiamo portati avanti". Anzi. "Negli ultimi mesi le maestranze hanno raggiunto i picchi massimi di produzione, - dichiara il direttore del cantiere Busseti Stefano - ce l'hanno messa tutta. Anch'io non percepisco lo stipendio da due mesi, stiamo aspettando un segnale dall'azienda. Se il fermo perdura l'Astaldi che ci ha subappaltato i lavori avrà dei ritardi nella consegna dei lavori alla Italfer (gruppo Ferrovie dello Stato ndr)".“

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 176 casi e un decesso

  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento