Cronaca

Ivoriano armato di coltello in centro: verrà eseguita la perizia psichiatrica

Gli psichiatri dovranno stabilire se il 45enne, arrestato il 19 luglio dopo aver seminato il panico in pieno centro, era in possesso di tutte le sue facoltà cognitive durante quelle ore

Gli psichiatri dovranno stabilire se il 45enne ivoriano, che nella mattinata di venerdì 19 luglio è sceso in strada armato di un coltello da cucina ed ha seminato il panico in pieno centro storico, era in possesso di tutte le sue facoltà cognitive in quei momenti. Quella mattina infatti, dopo essere sfuggito ad un controllo degli agenti della polizia Municipale l'uomo, conosciuto come una persona senza particolari problemi e rispettosa di tutti, ha percorso via Repubblica a piedi brandendo il coltello. I poliziotti delle Volanti sono poi riusciti a fermarlo in viale Mentana, utilizzando anche lo spray al peperoncino per evitare il contatto diretto con l'uomo, evitando così che ci fossero feriti. Dopo il fermo del 45enne l'arresto è stato convalidato e l'uomo è stato accompagnato nel carcere parmigiano di via Burla. La difesa ha chiesto la perizia psichiatrica per stabilire se il 45enne, durante quei momenti concitati, fosse in grado di intendere e volere. Le motivazioni del gesto rimangono ad oggi sconosciute. 

Il Garante dei Detenuti: "L'Ausl prenda in carica il caso" 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ivoriano armato di coltello in centro: verrà eseguita la perizia psichiatrica

ParmaToday è in caricamento