Festa dell'Unità a Fontevivo, Kyenge: "Grazie ai parmigiani ma la Lega è razzista"

"All'ultima udienza - spiega ai tanti che sono venuti ad ascoltarla a Fontevivo - sono andata al processo con il mio avvocato pagato da me, mentre Ranieri si è presentato con il legale del suo partito"

Tailleur rosa, sempre sorridente e contenta di essere di nuovo a Parma ma senza dimenticare le polemiche sul razzismo. Ieri l'ex ministro e attuale parlamentare europea del Partito Democratico Cecile Kyenge, ha tagliato ufficialmente il nastro della Festa dell’Unità provinciale di Fontevivo, che si sta svolgendo nel Parco ex Convento sino a domenica dieci agosto. L'onorevole si è confrontata con i cittadini su tanti temi, affiancata dall'assessore regionale alla Scuola e al Lavoro Patrizio Bianchi. 

L'attacco alla Lega: "E' razzista". Intervistata dal giornalista Giovanni Cola, Kyenge non si è sottratta alle domande che hanno spaziato su diversi temi, con al centro - naturalmente - il razzismo. E proprio su questo argomento l'ex Ministro ha lanciato una stoccata a Fabio Ranieri, politico di San Secondo, segretario della Lega Nord dell'Emilia-Romagna. La polemica è legata ad una foto messa su Facebook da Ranieri in cui compare l'attuale parlamentare europea paragonata ad un orango, immagine da cui è scattata una causa ancora in corso. "All'ultima udienza - spiega ai tanti che sono venuti ad ascoltarla a Fontevivo - sono andata al processo con il mio avvocato pagato da me, mentre Ranieri si è presentato con il legale del suo partito. Questo significa che la Lega è razzista, perché se paghi un avvocato per una causa di questo tipo, vuol dire che condividi le sue idee". 

"Grazie a tutti i parmigiani" - Di Parma, nonostante questo episodio, l'onorevole ha un ottimo ricordo. "Sono venuta qui durante la campagna per le Europee - ha detto - e sono stata davvero bene. Voglio ringraziare davvero tutti i parmigiani che mi hanno sostenuto. Non era facile visto che ho un cognome complicato e se 98mila persone hanno deciso di votarmi vuol dire che c'è stato un importante sostegno di tutti". Sbarchi e il "caso Tavecchio" - Al centro dell'attenzione, come è giusto che sia, il problema immigrazione. "In Europa - spiega ancora Kyenge - stiamo lavorando per riuscire a intervenire su questo problema. Non è possibile che l'Italia da sola affronti questa realtà, siamo 28 paesi e dobbiamo stabilire una strategia comune di intervento". In questo senso, inevitabile anche un passaggio sul "caso Tavecchio", il candidato presidente della Fgci che ha paragonato i giocatori extracomunitari a dei "mangiabanane". 

La posizione dell'Europarlamentare è chiara: "Una persona che dice queste cose, non ha capito che lo sport, come la scuola e le altre realtà educative, è una palestra da cui parte l'integrazione. Se usiamo questi termini mettiamo in un angolo tante persone che vivono un disagio. Spero che Tavecchio ritiri la sua candidatura al più presto". Bianchi: "La scuola è perno di tutto". Poi la parola è passata all'assessore Regionale Patrizio Bianchi che ha voluto parlare di scuola come un momento fondamentale per la crescita dei ragazzi anche per quanto riguarda l'integrazione. "Per parlare di rispetto degli altri - ha detto - vengono prima i fatti che le parole. Non è sufficiente parlare di questi temi, bisogna viverli sulla propria pelle. E proprio in questo senso abbiamo lavorato nelle scuole professionali dell'Emilia-Romagna, in cui ragazzi di diverse estrazioni vivono fianco a fianco ogni giorno, costruendosi un futuro". 

I PROSSIMI APPUNTAMENTI

OGGI - La Festa dell'Unità di Fontevivo non si ferma: già nella giornata di oggi sono tanti gli appuntamenti previsti. Alle 18.30 sarà il lavoro al centro dell’attenzione con un dibattito con l’ex sottosegretario Carlo Dell’Aringa a cui parteciperà anche la parlamentare parmigiana Patrizia Maestri. Alle 20, invece, si parlerà di scuola con il sottosegretario all’Istruzione Roberto Reggi. Per quanto riguarda la musica, invece, si esibiranno i “Nord sud ovest est band”, con un tributo a Max Pezzali, a seguire dj set nello spazio bar gestito dai Giovani Democratici.

SABATO 9 – Alle 21 il Ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi, intervistata dal giornalista della Gazzetta di Parma, Stefano Pileri parlerà delle modifiche costituzionali portate avanti dal Governo Renzi. Dalle 20 la presentazione del libro “Grillo in parole povere” di Toni Jop, incontro moderato dal giornalista Salvo Taranto. Nell’area feste suonerà l’orchestra di Armando Savini, dj set nello spazio bar dei Giovani Democratici.

DOMENICA 10 – L’ultima giornata sarà caratterizzata dal dibattito con l’onorevole Paola De Micheli, vice capogruppo Pd alla Camera che alle 19.30 si confronterà sull’attualità politica e sul ruolo del Partito democratico nelle riforme. Alle 20.30 presentazione del terzo numero della rivista Leftwing dedicato al tema “partito” con Maurizio Roi. Per quanto riguarda gli spettacoli si esibirà l’orchestra di Titti Bianchi. In tutte le giornate della festa sarà sempre in funzione un ristorante coperto, in grado di ospitare i clienti anche in caso di maltempo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schiantano in auto contro un tir in A1: muoiono una 24enne incinta e il suocero 76enne

  • "Rimborsi raddoppiati per gli interventi chirurgici", sequestro di oltre 1 milione di euro alle Piccole Figlie: denunciati direttore e dirigente medico

  • "Fascista di m... ti prendo a schiaffi": candidata della Lega aggredita e minacciata a Sissa

  • La psicosi della banda armata di spranghe: ma è solo una fake social

  • Più di mille giovani a Noceto per un rave in un capannone abbandonato

  • Fontanellato, operaio investito da un muletto: 59enne gravissimo al Maggiore

Torna su
ParmaToday è in caricamento