"La bisbetica domata" al cinema della Casa della Musica

Il capolavoro shakespeariano di Zeffirelli giovedì 20 ottobre alle 21, ad ingresso gratuito

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Da Truffaut a Zeffirelli, da Fahreneit 451 a La bisbetica domata, continuano con successo i film programmati da “Cinema alla Casa della Musica”, la rassegna organizzata con la collaborazione della Cineteca del Comune di Bologna dedicata a “Rota e Herrmann: i musicisti di Fellini e Hitchcock a cent’anni dalla nascita”: l’appuntamento col film che Zeffirelli trasse dalla celeberrima commedia shakespeariana è fissato per le ore 21 di giovedì 20 alla Sala dei Concerti della Casa della Musica, come sempre ad ingresso gratuito. La bisbetica domata è un film del 1967, considerato dalla critica come uno dei più belli di tutta la filmografia di Zeffirelli, ed è tratto dall'omonima commedia di William Shakespeare e interpretato dalla coppia d'oro dell'epoca, formata da Elizabeth Taylor e Richard Burton. Ambientato a Padova alla fine del XVI secolo, il film narra la storia di due sorelle, Bianca e Caterina. Per divieto del padre, Bianca non può sposarsi finché la sorella non avrà trovato marito. Ma Caterina ha un carattere terribile, e nessuno la vuole in moglie. Sarà Petruccio a sposarla, dopo un corteggiamento piuttosto agguerrito, permettendo così a Bianca di sposare Lucenzio. Il film è stato girato negli studi della compagnia cinematografica Dino De Laurentiis a Roma e fu un campione d'incassi, raddoppiando il budget di partenza con i soli incassi nel mercato statunitense. Franco Zeffirelli originariamente avrebbe voluto come protagonisti Sophia Loren e Marcello Mastroianni. L'abito indossato da Elizabeth Taylor durante il monologo finale di Caterina è ispirato a un quadro di Lorenzo Lotto. Elizabeth Taylor e Richard Burton hanno co-prodotto il film con un milione di dollari a testa e preso una percentuale sugli incassi del film. Zeffirelli ha più volte ricordato di quanto sia stato bello lavorare con la celeberrima coppia di divi. Elizabeth Taylor, durante le riprese del film, venne a sapere della morte del suo più caro amico, l'attore Montgomery Clift: nonostante il pesante lutto, ha continuato professionalmente a lavorare sul set, alternando momenti di pura comicità per le scene ironiche del film, a momenti di triste silenzio tra un ciak e l'altro. Si ricorda che l’ingresso alla visione del film è come sempre libero.   Altre informazioni sull’attività della Casa della Musica su www.lacasadellamusica.it

Torna su
ParmaToday è in caricamento