Cronaca Salsomaggiore Terme

La minaccia di morte con un coltello, poi la prende a pugni e le rompe una vertebra: stalker in carcere

L'uomo ha aggredito la donna all'interno del bar in cui lavorava a Salsomaggiore Terme: i carabinieri lo hanno arrestato per lesioni personali e atti persecutori

Prima ha iniziato a seguirla, ad inviarle messaggi ripetuti e a telefonarle, oltre ad utilizzare continuamente i messaggi vocali di WhatsApp, poi l'ha minacciata, anche con un coltello. L'escalation della violenza l'ha raggiunta nel mese di febbraio quando, dopo essere entrato all'interno del bar di Salsomaggiore Terme in cui la donna lavorava, le ha sferrato un pugno in faccia, facendola cadere a terra e provocandole così la frattura di una vertebra. Un uomo è stato arrestato ieri, 1° luglio, dai carabinieri di Salso che hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dalla Procura della Repubblica di Parma per i reati di atti persecutori e lesioni personali. L'uomo, che ora si trova nel carcere parmigiano di via Burla, avrebbe iniziato nel dicembre del 2018 a molestare la donna: insulti, minacce di morte fatte anche mostrandole un coltello e il gesto di tagliarle la gola, scenate pubbliche, percosse. Oltre a questi episodi l'uomo aveva anche rivelato notizie riservata sulla sua vita privata ad alcuni conoscenti. Nel mese di febbraio la vittima è stata aggredita a pugni dentro al bar in cui lavorava: dopo essere caduta a terra è stata trasportata in ambulanza all'Ospedale di Vaio. La donna ha riportato la frattura di una vertebra. In maggio ha presentato denuncia contro l'uomo e contemporaneamente è stata costretta a cambiare le proprie abitudini di vita per non incontrarlo. Ieri sono scattate le manette nei confronti dell'aggressore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La minaccia di morte con un coltello, poi la prende a pugni e le rompe una vertebra: stalker in carcere

ParmaToday è in caricamento