La panna negli anolini in brodo: 43enne picchiata e minacciata di morte davanti ai figlioletti

L'uomo è stato condannato a due anni di reclusione: per la donna l'incubo era iniziato anni fa, nel 2017 ha avuto il coraggio di denunciare tutto ai carabinieri di Langhirano

Picchiata e minacciata di morte davanti ai figlioletti, presa a pugni, umiliata e pestata anche quando era incinta. L'incubo di una donna, che era iniziato nel 2011, poco dopo la decisione di iniziare la convivenza con quell'uomo è finita nel 2017 con il racconto dettagliato fatto ai carabinieri di Langhirano. Ieri il 43enne, protagonista di quelle violenze, è stato condannato a due anni di carcere e la pena non è stata sospesa. La storia di violenza questa volta viene da Lesignano dè Bagni e racconta di una realtà purtroppo ancora presente in maniera massiccia. La storia, iniziata nel 2011, è da quasi subito degenerata con la nascita del primo figlio: lui ha esercitato diverse forme di violenza e in un'occasione le ha anche sferrato un pugno in testa. Quando lei era in gravidanza il 43enne la prese per il collo e la sbattè sul pavimento. In un'occasione la prese a schiaffi e pugni perchè aveva messo la panna negli anolini, come richiesto da uno dei bambini. Poi ci furono le minacce di morte: "Quando torno di ammazzo", "Preparati la bara e scavati la fossa". Nel maggio del 2017 la donna ha trovato il coraggio di denunciare il convivente: da quel momento sono scattate le indagini e ieri c'è stata la sentenza di condanna. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo focolaio nella Bassa: 33 lavoratori contagiati

  • Coronavirus, in arrivo un nuovo Dpcm: le misure dal 14 luglio

  • Bimbo di 2 anni azzannato da un cane in via Po: è grave in ospedale

  • Fanno sesso in Pilotta e aggrediscono i poliziotti: due arresti

  • Coronavirus, a Parma 13 nuovi casi: 9 sono i lavoratori della cooperativa

  • Parma, un positivo al covid: scatta il ritiro per la squadra

Torna su
ParmaToday è in caricamento