menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Protezione civile pedemontana in aiuto a Lentigione

La geometra Graziella Serventi è partita per prestare servizio nelle zone colpite dall’esondazione dell’Enza lo scorso 12 dicembre

La solidarietà concreta dell’Unione Pedemontana Parmense e Azienda Pedemontana Sociale alla popolazione di Lentigione continua. Dopo aver inviato l’assistente sociale Stefania Pelosio, a fare armi e bagagli per aiutare le persone colpite dall’esondazione del fiume Enza dello scorso 12 dicembre è la geometra Graziella Serventi, funzionaria del Servizio di Protezione civile dell’Unione. Una persona esperta di emergenze, Graziella Serventi, che ha già partecipato a missioni analoghe (ad esempio in occasione del terremoto che colpì l’Emilia nel 2012), e che metterà la sua competenza al servizio del Centro Operativo Comunale (COC) del Comune di Brescello da oggi, martedì 2 gennaio, fino a venerdì prossimo, occupandosi in particolare di rilevare i danni subiti dai privati in stretto contatto con l’Ufficio tecnico. La funzionaria della Protezione Civile dell’Unione, così come Pelosio, si era immediatamente resa disponibile a partire per Lentigione all’indomani della richiesta di aiuto inviata dall’Amministrazione comunale del paese di Don Camillo e Peppone all’Anci e alla Protezione civile regionale. In particolare, Brescello chiedeva agli enti emiliano- romagnoli di mettere a disposizione tecnici, pattuglie di Polizia Locale, assistenti sociali e altro personale. Una richiesta di aiuto prontamente raccolta dalla Giunta della Pedemontana che ha deliberato la missione nella Bassa reggiana. A Graziella va il ringraziamento dell’Unione che, così come accaduto in passato, anche in questa occasione non ha mancato di tendere la mano alle popolazioni in difficoltà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 170 casi e un morto

  • Cronaca

    Covid: "Negli ultimi giorni abbiamo ricoverato molti giovani"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento