La rivolta del San Leonardo: "Tra spaccio, risse e violenza non ne possiamo più"

Lenzuolata nelle vie del quartiere: "Il San Leonardo va pulito": le voci di alcuni residenti e commercianti

Una lenzuolata per mostrare alla città il disagio quotidiano vissuto dai residenti, tra spaccio, risse e violenza in strada. Una situazione potenzialmente pericolosa per chi si trova a percorrere le strade del quartiere San Leonardo dopo le 8 di sera, da via Venezia a via Palermo. In quartiere sono apparsi alcuni striscioni con scritto 'San Leonardo va pulito". Abbiamo raccolto le voci di alcuni residenti e commercianti che vivono ogni giorno la realtà di un quartiere 'difficile'. 

"Sono nata quì e quì sono nati i miei genitori - ci racconta la prima residente che incontriamo. Non posso non dire che quando avevo 18 anni rientravo a qualsiasi ora del giorno e della notte senza nessun problema. Mi rendo anche conto anche del fatto che questi ragazzi sono lì e se tu gli ignori non ti fanno nulla. Sono lì per un motivo ben preciso: perchè c'è richiesta di droga. Dobbiamo fare una riflessione sulla popolazione parmigiana". 

"Non è molto sicura come zona, via Venezia è spaventosa - ci descrive una donna che ammette di uscire pochissimo di casa. Sono uscita una sera e c'era pieno di ragazzi di colore in bicicletta: ogni cento metri ce ne era uno. Poi ho capito che probabilmente spacciavano e ce ne erano anche qui in via Trieste". 

"Siamo veramente circondati da queste cose tutte le sere - dichiara il proprietario di un negozio- ci sono sempre risse, furti e non è una cosa simpatica e piacevole. In negozio hanno provato ad entrare un paio di volte.

"Di giorno questa realtà si vive molto meno: io quì non vivo nessun disagio. Non ho paura a chiudere il negozio alle 19.30 - ci racconta un'altra negoziante. Di sera è diverso: non è più come quando avevo 20 anni, girare la sera non è più così semplice, magari incontri due o tre persone che ti chiedono dei soldi o ti fermano, poi magari c'è da litigare. Qui magari ci scappa anche un coltello". 

"Di giorno si vive tranquilli, la sera bisogna stare un pò attenti ma ci sono realtà peggiori: per adesso stiamo ancora bene" è questa l'opinione di un giovane residente. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il senso della lenzuolata - ci riferisce un altro residente - è quello di far conoscere tutta la città il problema che attanaglia in quartiere San Leonardo, che non è legato solo all'immondizia ma anche allo spaccio. Noi chiediamo più controlli"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Parma aumentano i casi: nove con un asintomatico

  • Incendio a San Prospero, vigili del fuoco a lavoro

  • Nuovo Dpcm: mascherine e distanziamento sociale fino al 7 settembre

  • Ribaltone Genoa: c'è Faggiano al posto di Marroccu

  • "L'aeroporto Cargo a Parma? Un disastro ambientale annunciato"

  • Parma-Carli, incontro positivo: strategie e richieste

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento