L'azienda è in crisi? Andrea crea 'La Sajetta', consegne in bicicletta

Andrea Saccon, protagonista delle lotte dell'anno scorso alla Intercast, ha deciso di investire su se stesso e inventarsi il suo nuovo lavoro. "Posso portare il pranzo a casa, ritirare la spesa o lasciare in banca i documenti per le imprese"

"Se non ho la possibilità di investire non mi resta che investire su me stesso". E' stata questa la ricetta anti crisi di Andrea Saccon, meglio noto come "La Sajetta": il fattorino che fa consegne a domicilio rigorosamente in bicicletta, dalle 9 alle 18 anche se qualche volta si fanno eccezioni sull'orario.

Il 40enne parmigiano a novembre si è trovato a dover prendere una decisione di fronte alla crisi dell'azienda per cui lavorava, la Intercast: "Quando siamo stati acquisiti da una multinazionale americana - ha spiegato Saccon - il personale è stato dimezzato, poi di quei 60 dipendenti circa che erano rimasti ne hanno tenuti solo 13 e tra questi potevo esserci anche io". Ma Andrea ha deciso di non aspettare, di non scegliere di far parte di un'azienda che non gli offre garanzie sul futuro. Così l'idea, già sviluppata in altre città del nord, di fare consegne in bici per privati e per aziende: "Posso portare il pranzo a casa, ritirare la spesa ordinata dall'ortofrutta o lasciare in banca o in Camera di commercio i documenti per le imprese".

C'è spazio per tutto nel grande cassone, con un carico massimo di 70 kg, che la Sajetta porta in giro per la città. C'è spazio anche per le nuove idee, come quella del "Giro delle fiabe": "Ho pensato che con l'arrivo della bella stagione sarebbe bello andare nei parchi e leggere delle fiabe ai bambini. Senza nessuna programmazione di orari o giorni, andando direttamente in Cittadella o al Ducale, creando un momento di lettura di una mezz'oretta e spostandomi nelle altre aree verdi". A quale prezzo vi chiederete: a costo zero, per semplice passione!

Con una media di 65 km al giorno di sicuro non c'è il problema della palestra e, anche se la sua compagna non si è ancora abituata del tutto al nuovo lavoro, Andrea continua a credere molto nella sua idea che ogni giorno gli regala nuove soddisfazioni. Una consegna costa 4,50 euro per tutto ciò che non è postale e questo significa anche dare un valore diverso alla vita: "Quando mi siedo al bar e penso che una birra mi costa 5 euro penso: quanti chilometri ho dovuto fare per guadagnare questi soldi? E poi magari la prendo ma di sicuro, oggi, vedo le cose in modo molto diverso".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Sequestrati 70 chili di alimenti scaduti in un ristorante di Parma

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Controlli anti Covid durante la movida: multe ad una cena 'privata' a Chiozzola

  • Parma, ipotesi Longo come nuovo Ceo

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento