Lactalis: chiesta la revoca del cda e spunta l'ipotesi commissario

Oggi e venerdì le ultime udienze del procedimento civile per accertare se l'acquisizione di Lactalis Usa abbia danneggiato Parmalat. Laguardia: "Siamo andati oltre la richiesta di ispezione"

Udienza a porte chiuse, a Parma, che vede contrapposti gli azionisti di minoranza Parmalat e l'attuale vertice della multinazionale del latte controllata dalla francese Lactalis. Nell'aula di corte d'Assise ha parlato la Pm Lucia Russo, che nella sua funzione di sostituto ha provveduto a esaminare la denuncia presentata la scorsa estate da alcuni azionisti di minoranza del gruppo collecchiese sulle presunte irregolarità amministrative commesse dalla dirigenza Parmalat.

Il procedimento (avviato ai sensi dell'art.2409 del codice civile) ha lo scopo di decidere se è necessaria un'ispezione in azienda per accertare se, nell'operazione che ha portato all' acquisizione di Lactalis Usa da parte di Parmalat, sono stati tenuti comportamenti che hanno danneggiato gli interessi della stessa Parmalat. Il Tribunale ha già fissato per domani la prosecuzione dell'udienza, per dare modo a tutte le parti di parlare in aula.

"Abbiamo chiesto la revoca del consiglio di amministrazione e la nomina di un amministratore giudiziario" per Parmalat. Lo ha dichiarato il procuratore capo di Parma, Gerardo Laguardia, in una pausa dell'udienza al Tribunale di Parma del procedimento civile che era stato aperto per chiedere una ispezione al gruppo di Collecchio sull'acquisto di Lactalis Usa. L'amministratore, per la Procura di Parma, dovrebbe restare in carica "per 4-5 mesi", ovvero "per il periodo necessario per esperire le azioni necessarie per arrivare all'annullamento o alla dichiarazione di nullita' del contratto di acquisto di Lag", ha aggiunto il magistrato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Siamo andati oltre la richiesta di ispezione", ha spiegato Laguardia, aggiungendo che le richieste fatte oggi al tribunale di Parma sono "più gravi" di quelle per cui il procedimento era stato aperto. La procedura civile in corso era stata aperta per chiedere una ispezione in Parmalat per valutare la correttezza della procedura di acquisto di Lactalis Usa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento