Anche Parma sul numero 1 di Lady Mafia, il nuovo inquietante fumetto noir

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

«C'è chi piange. Chi si rassegna. Chi si dispera. E chi impazzisce. Io uccido!». Recita così Veronica De Donato nella clip di presentazione del fumetto noir, a forti tinte rosa, che ha sconvolto l'Italia e che tanto sta facendo discutere.
Uscito il 22 febbraio 2014, è tutt'ora disponibile nelle edicole e nelle fumetterie d'Italia il primo numero di "Lady Mafia", una miniserie a fumetti di genere noir ideata e sceneggiata da Pietro Favorito e disegnata da Domenico Nagliero. La serie, a cadenza bimestrale, è ambientata in Puglia e narra le drammatiche vicende di Veronica De Donato, una donna di mala e vendetta che con le eroine tipiche dell'universo a strisce, a parte bellezza e gioventù, non ha molto altro in comune. Il fumetto, già distribuito in Puglia, fino al terzo episodio, è dunque ripartito dal numero uno, ma con una copertura nazionale. Il successo, testimoniato anche dalla prima "apparizione" di "Lady mafia" su Rai Uno, all'interno della fiction record di ascolti "Braccialetti Rossi", ha spinto la Cuore Noir Edizioni verso altre collaborazioni: Lady Mafia infatti ha anche una colonna sonora, rock al cento per cento, ispirata alla protagonista della miniserie. Il video del brano inedito "La Mia Identità" del gruppo emergente Nahima (primo singolo estratto dal nuovo Ep) è disponibile sul canale YouTube della rock band e sulla pagina facebook di Lady Mafia.
https://www.youtube.com/watch?v=Zy6mYtWTQ18
Eppure, queste novità e la storia truce e criminale, raccontata in puro stile noir, non sono l'unico punto di forza del fumetto, che trae beneficio anche dall'azzeccata intuizione di ambientare tutte le scene solo ed esclusivamente in posti reali! Ci sono, infatti, le piazze, le strade, i monumenti della Puglia. E poi, luoghi di aggregazione di lunga tradizione come ad esempio pub, ristoranti e librerie, a fare da sfondo a questo noir su carta patinata, che in realtà è molto più di un "semplice" fumetto. Perché, esaltato nel classico bianco e nero del fumetto d'autore, c'è un intero universo, un universo creato per offrire ai lettori non soltanto una storia appassionante e moderna, momenti di distrazione dalla vita quotidiana e spensierato intrattenimento, ma anche e soprattutto numerosi spunti di riflessione: sul primo numero, ad esempio, si parla di violenza sulle donne, sul numero due di omofobia, sul tre di stalking, e così via.

DICONO DI LEI:
"Un fumetto che spiazza." (Il Sole 24 Ore)
"Una storia dura." Il Corriere della Sera.
"Come Macbeth di Shakespeare". (AFNEWS)
"Lady Mafia, una Lisbeth pugliese a fumetti."( La Repubblica)
"Lady Mafia, un Diabolik in gonnella!" ( La Gazzetta del Mezzogiorno)
"Lady Mafia, il Diabolik femminile, che si muove tra gli ulivi di Puglia." ( www.letteratu.it)
"Semplicemente spettacolare." ( www.pugliadinotte.net)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento