menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stazione temporanea, i turisti di Cibus? Insoddisfatti per i disagi

Un biglietto da visita per la città che desta ancora polemiche, le lamentele dai turisti che popolano Parma anche in occasione dell'evento in corso: "Nessun punto informazioni sulla città e neanche un deposito bagagli"

Non si placano le polemiche relative ai disagi causati dalle condizioni della stazione ferroviaria dall'inizio dei lavori e la realizzazione della struttura provvisoria. Alle annose lamentele dei residenti per le condizioni insalubri durante i lavori e il caos parcheggi sfociate anche nella costituzione di un comitato cittadino, si aggiungono le proteste dei viaggiatori pendolari per le carenze della Temporary station.

Assenza di ascensore per chi ha problemi motori o viaggia con passeggino o bagagli ingombranti, assenza di rastrelliere per la bicicletta, che determina o il pagamento giornaliero del parcheggio presso la Velostazione o la scelta di un posto di fortuna su pali o recinzioni nei dintorni.

Ma sono i turisti di passaggio alla stazione a segnalare carenze importanti come l'assenza di un deposito bagagli, che porta molti di loro a chiedere agli esercenti delle attività commerciali presenti nella struttura di poter lasciare loro il proprio bagaglio. Un problema sentito in particolare nei giorni di maggiore affluenza di turisti, nei festivi o in occasione di fiere o eventi come il Cibus in corso.

Altra nota dolente lamentata dai turisti l'assenza di un punto informazioni interno alla stazione che fornisca indicazioni utili sulla città e sui servizi disponibili per visitarla. Segnalata dai viaggiatori anche la carenza di contenitori per la raccolta differenziata, presenti solo lungo i binari ma assenti nelle aree d'attesa e nei pressi delle attività commerciali e della biglietteria.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Parma usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

  • Cronaca

    Teatri e cinema riapriranno il 27 marzo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento