menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Laminam, Gibertoni: "Stop alla produzione e nuova via"

Giulia Gibertoni domani mattina presenterà in Assemblea Legislativa un question time sul caso dell’azienda di Borgotaro. “Non si può continuare ad ignorare la grave emergenza sanitaria che sta mettendo a rischio un’intera comunità”

La Regione deve fare in modo che, in via cautelativa, tutte le attività della Laminam siano sospese al più presto. In più la Valutazione di Impatto Ambientale che non è stata mai effettuata per l’ampliamento della capacità produttiva deve essere svolta immediatamente. Non si può continuare ad ignorare la grave emergenza sanitaria che sta mettendo a rischio un intero paese”. Sono queste le richieste al centro di una interrogazione a risposta immediata che Giulia Gibertoni domani, mercoledì 28 marzo, presenterà in Assemblea Legislativa riguardo al caso Laminam, l’azienda di Borgotaro al centro di molte polemiche a causa dei continui cattivi odori e malesseri denunciati dai cittadini della zona. “Su questa vicenda la Regione ha responsabilità precise visto che ha deliberatamente deciso di non includere dalla procedura di VIA l’ampliamento della capacità produttiva del sito industriale – spiega Giulia Gibertoni – Il risultato di questa scelta è oggi sotto gli occhi di tutti e a pagarne le conseguenze sono soprattutto i cittadini costretti a vivere in una condizione di emergenza sanitaria continua. È sorprendente ed inusuale, e forse rappresenta un caso unico in Emilia-Romagna, che in un solo giorno ARPAE abbia trasmesso al gestore lo schema di AIA, recapito le osservazioni del gestore, le abbia accolte e, sempre nello stesso giorno, abbia addirittura prodotto la Proposta autorizzativa. Ecco perché domani chiederemo alla Regione di intervenire al più presto senza perdere ulteriore tempo”. Due le richieste principali contenute all’interno del question time che verrà discusso in apertura della seduta mattutina dell’Assemblea Legislativa: l’applicazione del principio di precauzione e quindi la sospensione in attesa delle dovute verifiche dell’attività della Laminam e poi l’invito alla stessa azienda di proporsi per una VIA volontaria alla luce delle pesanti criticità emerse dopo la conclusione dell’iter autorizzativo. “I cittadini di Borgotaro hanno il diritto di poter vivere in condizioni normali – conclude Giulia Gibertoni – Per questo domani ci aspettiamo dalla Regione una presa di posizione chiara e netta. Su questa storia gli errori e le sottovalutazioni sono stati moltissimi. È arrivato il momento di rimediare”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Tre nuove piste ciclabili: lavori per 1 milione e 150 mila euro

Attualità

Il Museo d’Arte Cinese di Parma protagonista alla Sapienza di Roma

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 84 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Parma potrebbe passare in zona gialla dal 26 aprile

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento