Langhirano, in manette 'pusher' 46enne: 500 grammi di hashish

Operazioni dei carabinieri. C.V, langhiranese e pregiudicato, è stato seguito fino a Parma. Ha opposto resistenza cercando di fuggire, provocando una piccola colluttazione. Denunciati un amico e sua moglie

Era già noto alla Compagnia dei Carabinieri C.V., 46enne nato e residente a Langhirano, per una serie di precedenti in particolar modo legati agli stupefacenti. Numerose le denunce a suo carico e l'avviso orale che gli impediva una serie di comportamenti a causa dei suoi precedenti. Nell'ambito di un servizio a largo raggio avvenuto nella notte tra il 25 e il 26 gennaio scorsi, C.V. è stato notato dai militari uscire in auto in compagnia di due persone ed è stato seguito per capire i suoi movimenti e avere conferma dei sospetti che gravavano su di lui. Arrivato a Parma in strada Martinella, l'uomo si è fermato, è sceso dall'auto per entrare in un'abitazione e uscire pochi minuti dopo.

Accortosi delle intenzioni dei militari di fermarlo, C.V. ha opposto resistenza cercando di fuggire prima in auto e poi a piedi, provocando una piccola colluttazione. Arresosi e avendo compreso le ragioni del fermo, ha consegnato spontaneamente un frammento di hashish tipo ovulo. I militari però lo hanno perquisito e hanno trovato 5 panetti di sostanza stupefacente nascosti addosso e nei tappetini della vettura. In auto aveva anche a portata di mano una mazza da baseball probabilmente usata per difesa personale, un coltellino e un taglierino ancora sporchi di hashish. Con lui a bordo della vettura due persone, si tratta di due giovani parmigiani. Oltre alla perquisizione personale, per i tre è scattata quella domiciliare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Uno dei due accompagnatori di C.V. è risultato totalmente estraneo alla vicenda, l'altro, 28 anni, nullafacente, è stato denunciato a piede libero per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti perchè nella sua abitazione aveva 27 grammi di hashish oltre a strumenti utilizzati per il consumo. La perquisizione nell'abitazione del conducente della vettura ha portato alla denuncia anche della moglie di C.V.. Si tratta di D.M.R., 60 enne originaria di Reggio Calabria. All'arrivo dei Carabinieri la donna non si è mostrata collaborativa e non ha consegnato la droga presente in casa poi rinvenuta nascosta tra i mobili: 55 grammi di hashish che le sono costati la denuncia a piede libero per detenzione a fini di spaccio.

Per C.V. sono scattate le manette: oltre all'arresto per detenzione a fini di spaccio, a causa del rinvenimento in totale di 500 grammi di hashish, 1500 euro in contanti e due cellulari utilizzati per l'attività di vendita, C.V. è stato anche denunciato per detenzione di strumenti atti ad offendere, a causa della presenza in auto di una mazza da baseball, di un coltello piccolo e di un taglierino, e denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.

L'operazione è avvenuta nell'ambito di un servizio eseguito ad ampio raggio da Sorbolo Mezzani alla fascia pedermontana e montana che ha coinvolto tutte e 12 le stazioni dei reparti della Compagnia, è iniziato alle 17,00 e si è concluso alle 3 del mattino del 26 gennaio scorso, nell'intento di contrastare il fenomeno dei furti in appartamento. Dai controlli sono state identificate 170 persone, di cui 78 stranieri, sono state denunciate altre due persone per altro genere di reati, sono state operate contravvenzioni per mancato rispetto del codice della strada e sono state individuate persone positive al test dell'etilometro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento