menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Langhirano, Rainieri: 'Il Comune ha vincolato un'abitazione a soli stranieri"

Il Comune di Langhirano avrebbe acquistato, il 14 maggio 2014, una unità immobiliare di 96 metri quadri a uso residenziale, ubicata in località Giarreto di Pastorello, da destinare a immigrati stranieri. Lo sostiene il consigliere regionale

Il Comune di Langhirano avrebbe acquistato, il 14 maggio 2014, una unità immobiliare di 96 metri quadri a uso residenziale, ubicata in località Giarreto di Pastorello, da destinare a immigrati stranieri. Lo sostiene il consigliere Fabio Rainieri (Lega nord) in una interrogazione rivolta alla Giunta regionale, in cui evidenzia che l’acquisto sarebbe avvenuto grazie a un contributo della Regione di 95.095,54 euro, assegnato al Comune parmense con la delibera di Giunta 1226/2012 denominata "Progetto regionale di interventi in tema di accesso all'alloggio agli stranieri...".

Il consigliere, a questo proposito, riferisce che le disposizioni della delibera “subordinavano la liquidazione del contributo regionale alla costituzione sull'immobile del vincolo ventennale a destinazione sociale” e che il Comune di Langhirano, con un atto notarile datato 30 giugno 2014, avrebbe “costituito sull'immobile un vincolo ventennale di ‘destinazione sociale d'interesse pubblico relativa a struttura socioassistenziale e in particolare alla popolazione immigrata in materia di accesso all'alloggio’".

Rainieri precisa, tuttavia, che “la delibera regionale 1226/2012 non prevede che il vincolo debba essere specifico per la destinazione dell'alloggio a stranieri ma richiede semplicemente quello generico di destinazione sociale”.

Il Comune di Langhirano, “apponendo il vincolo specifico”, avrebbe invece “circoscritto per almeno venti anni l'utilizzo” dell’immobile “alla sola finalità di alloggio per gli stranieri”, mentre nel suo territorio e in quello dei comuni limitrofi sarebbero segnalate diverse emergenze abitative riguardanti residenti italiani, “dagli sfollati per l'emergenza frane sull'Appennino parmense a diversi nuclei familiari sfrattati”, per i quali i Comuni interessati avrebbero chiesto aiuto anche alla Regione.

Considerando che “sarebbe sicuramente più opportuno” che le istituzioni rispondessero alle esigenze e alle carenze di cui “soffre la popolazione italiana residente”, prima di pensare a quelle della popolazione straniera, Rainieri chiede alla Giunta se l’alloggia possa comunque essere utilizzato per emergenze che riguardino residenti italiani, a fronte del fatto che la delibera regionale non specifica una destinazione particolare dell’immobile, ma solo quella generica di destinazione sociale

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: già vaccinati oltre 41mila cittadini

  • Incidenti stradali

    Ciclista investito da un'auto a Felino: grave al Maggiore

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento