menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lauree a pagamento, Salvadè pena ricalcolata. I complici patteggiano

Undici delle tredici persone coinvolte nella truffa dell'Università popolare Tommaso D'Acquino hanno hanno chiesto il patteggiamento. Due rinviati a giudizio

Caso lauree false. Novità in merito all’associazione università popolare internazionale Tommaso D’Acquino, l’organizzazione guidata da Giorgio Salvadè che ha visto la chiusura dopo l’inchiesta condotta tra il 2007 e il 2009. Lo scandalo delle lauree taroccate era partito a dicembre 2011, con l’arresto di Giorgio Salvadè a cui si erano aggiunti altri 13 indagati.

Undici di quei collaboratori oggi hanno patteggiato davanti al gup Maria Cristina Sarli per reati che vanno da truffa al falso. Le pene concordate vanno dai 7 mesi e 10 giorni a 2 anni di reclusione. Concessa la sospensione condizionale. I restanti due imputati che non hanno scelto riti alternativi sono stati rinviati a giudizio. Patteggiamento di 20 giorni in continuazione con i 4 anni anche per Salvadè che rimane tuttora in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento