menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alluvione, lavori alla scuola Abracadabra, Alinovi: “Pronta per maggio”

Si dovrà attendere aprile per riportare i bambini della scuola Abracadabra nelle loro classi e a maggio saranno ultimati anche i lavori dell'area esterna della struttura, seriamente danneggiata dall'esondazione del Baganza del 13 ottobre scorso

Danni ingenti quelli che hanno colpito la scuola Abracadabra nella piena del Baganza del 13 ottobre scorso quando il piano terra e l’esterno della scuola vennero invasi dai detriti delle acque spaccando le vetrate del corridoio e danneggiando le porte e creando seri danni alla rete fognaria, alle aree verdi e alle pavimentazioni. Dopo gli interventi d’urgenza per rimuovere l’acqua e il fango dalla struttura attivati nell’immediato, ora dal Comune arrivano 243 mila euro per riqualificare l’edificio dopo gli 80 mila già stanziati per infissi, intonaci e pavimenti del piano seminterrato della Salvo D’Acquisto. I lavori avviati nella struttura prevedono la rimozione delle pavimentazioni, la sostituzione dei serramenti non funzionanti e la pulizia e sanificazione dei pavimenti in ceramica con interventi sulle pareti da intonacare e posa del rivestimento in lastre fibrorinforzate in cartongesso, oltre alla posa di un controsoffitto fonoassorbente per le aule del piano terra. Sono previsti anche interventi nell’area esterna con il rifacimento delle pavimentazioni e della rete fognaria, con il rifacimento del fondo nel lato sud, nel lato est e nel cortile delle cucine, oltre alla sistemazione dell’area verde. Sarà ricostruito anche il fondo dell’area fronte nord con il gazebo, rifacendo anche le pendenze e predisponendo canalette e caditoie centrali per convogliare l’acqua delle piogge. Sarà inoltre ripristinata la rete fognaria con nuove reti indipendenti per le acque bianche e nere con pozzetti di ispezione dei collettori e nuove caditoie.

Risagomate anche le aree verdi, che ora pendono verso i corpi di fabbrica, favorendo invece, con la creazione di pendenze, l’allontanamento delle acque in caso di pioggia dalle murature esterne. Oltre alla rimozione del fango ancora presente, si provvederà anche alla posa di un nuovo terreno vegetale e alla semina finale. Un’edificio storico che accoglieva cinque sezioni quello della scuola Abracadabra, che risale ai primi del Novecento e che venne ampliata nel 1966 e successivamente  nel 2005, con uno spazio verde e un cortile. Oggi i bambini che frequentavano l’istituto sono stati accolti nelle scuole dell’infanzia Fantasia, Locomotiva e Mongolfiera ma già attorno ai primi di aprile, assicura l’assessore Michele Alinovi, sarà possibile far tornare i bambini nella struttura scolastica, si dovrà attendere maggio invece per vedere ultimati gli spazi aperti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento