Stazione, spostata in via Verdi la sosta breve: ecco tutte le modifiche

Il disagio dei commercianti: "Danno economico enorme". La risposta dell'assessore Mora: "Un'amministrazione pensa al bene comune, anche se si dovrebbe riflettere su come supplire a questi problemi"

I lavori al sottopasso della stazione

Il parcheggio per la sosta breve della stazione a partire da lunedì 29 agosto verrà spostato dal controviale est di piazzale dalla Chiesa alla prima parte di via Verdi. Il cambiamento, che dovrebbe durare fino a fine anno, è legato alla realizzazione dei sottoservizi e della nuova pavimentazione del controviale. I lavori quindi, comporteranno la chiusura al traffico e alla sosta della porzione della piazza per i prossimi 3 mesi, con conseguenti modifiche alla viabilità nella zona limitrofa alla stazione e il riposizionamento di gran parte degli stalli di sosta che il controviale ha finora ospitato.

Via Monte Altissimo aperta solo a residenti e veicoli autorizzati
Via Monte Altissimo, già all’altezza di via Trento, diverrà una strada con transito consentito solo ai residenti e ai veicoli autorizzati ovvero: bus di linea, taxi, invalidi (muniti di apposito contrassegno), veicoli dei residenti (muniti di apposito permesso) di via Monte Altissimo, piazzale Dalla Chiesa, via Cecchi, viale Bottego civv. 1-3-5, veicoli adibiti ad operazioni di carico e scarico merci, oltre ai veicoli di soccorso, veicoli delle forze dell’ordine, veicoli della Polizia ferroviaria, veicoli della Polizia Municipale, veicoli dei Vigili del fuoco, veicoli del Comune di Parma, veicoli car-sharing, veicoli dei clienti diretti agli alberghi, veicoli delle Ferrovie e personale delle Ferrovie (muniti di apposita autorizzazione), servizi sostitutivi Fs, veicoli di non residenti diretti ai passi carrai interni (muniti di apposita autorizzazione), veicoli degli istituti di vigilanza, veicoli Ausl, ciclomotori di residenti di piazzale Dalla Chiesa e via Cecchi, biciclette, veicoli diretti al cantiere.

Il parcheggio per la sosta breve trasloca in via Verdi
Il parcheggio destinato alla sosta breve (massimo 30 minuti) verrà trasferito dal controviale Est di piazzale Dalla Chiesa a via Verdi, in ambo i lati della strada, nel primo tratto compreso tra viale Bottego e i passi carrabili posti in corrispondenza dei civici 16A e 27.

Si recuperano in questo modo 17 posti auto dei 23 presenti nel controviale est. Questi stalli saranno adibiti a sosta breve dalle 0:00 alle 24:00. L’accesso a questa nuova ubicazione avverrà attraverso viale Bottego e saranno installati diversi grandi segnali di indirizzamento a fondo giallo lungo viale Bottego, viale Fratti, via Trento.

Via Verdi pertanto, fino al 31 dicembre di quest’anno (data entro la quale si conta di riaprire completamente al traffico via Monte Altissimo), non sarà più una strada a traffico limitato nel primo tratto compreso tra viale Bottego e via Magnani-via Borghesi. I veicoli che avranno utilizzato il parcheggio di sosta breve potranno così uscire dalla via utilizzando le laterali Magnani e Borghesi. La nuova Ztl inizierà dopo l’intersezione con via Magnani/Borghesi con le stesse caratteristiche attuali. Nel tratto di strada compreso dai suddetti passi carrabili e le laterali Magnani e Borghesi, la sosta risulterà a pagamento dalle 08:30 alle 20:30 e riservata ai residenti dalle 20:30 alle 07:30, come attualmente in vigore;

Gli 11 posti riservati ai residenti e lo stallo per disabili presenti nel controviale Est saranno riposizionati in via Monte Altissimo, sul lato nord, in fregio alla recinzione (che verrà arretrata). In particolare, lo stallo per disabili sarà posto in testa all’ingresso di piazzale Dalla Chiesa e gli 11 posti saranno riservati ai residenti di via Cecchi, piazzale Dalla Chiesa, via Monte Altissimo, viale Bottego civv.1,3,5 muniti di apposito permesso.

Resteranno invariati
I percorsi del trasporto pubblico, i percorsi pedonali, gli stalli dedicati al car sharing (2 posti posti sul viale ovest fronte al civ. 7/A), i parcheggi riservati ai residenti nel viale nord del piazzale; l’ubicazione ed il numero degli stalli di sosta dedicate alle operazioni di carico e scarico merci; l’area di sosta riservata ai taxi; il deposito bici e motocicli in via Monte Altissimo; la velo-stazione.
 
La successiva e ultima fase comprenderà il completamento della rotatoria e la soppressione dei semafori e la contestuale apertura delle due rampe di accesso al sottopasso ferroviario e la pedonalizzazione competa del piazzale dalla Chiesa.

Mora discute con un commerciante
L’assessore alla Viabilità Davide Mora preannunciando che ci saranno altre modifiche alla viabilità nei prossimi, si è scusato con commercianti, residenti e viaggiatori per i disagi causati dai lavori, “un disagio però che significa al contempo che il cantiere avanza e questo è un fatto positivo”. Mora è andato poi dai commercianti per spiegare le variazioni. Ne è nato un battibecco con uno di essi, il quale si è detto piuttosto arrabbiato per tutto il danno economico che sta portando questo cantiere. “Mi dispiace, è ovvio che un’Amministrazione pensa al bene comune e non al singolo. Però è anche vero che il progresso dovrebbe considerare le sue vittime, si dovrebbe quindi aprire una riflessione sulla capacità di gestire le opere di innovazione in una qualsiasi città d’Italia. Davanti alla gente che subisce una modifica negativa del suo status, a fronte anche di un miglioramento collettivo come nel caso della stazione di Parma, si dovrebbe riflettere, lo ripeto, su come supplire a questi problemi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Verso il nuovo Dpcm: ecco cosa riaprirà e cosa no

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento