Lavoro nero e scarse condizioni igieniche: i Nas chiudono un ristorante

I militari hanno effettuato un controllo insieme all'Ispettorato del lavoro: un lavoratore non era in regola, i clienti sono stati anche trovati in possesso di droga

Un controllo dei Nas di Parma ha portato alla chiusura di un ristorante nel territorio tra le province di Parma e di Reggio Emilia. I militari infatti hanno effettuato un controllo approfondito all'interno del locale, insieme ai colleghi del reparto cinofili di Bologna e l'Ispettorato del Lavoro di Reggio Emilia. Oltre alla presenza di un dipendente in nero, ovvero il 25% della forza lavoro, le condizioni igienico-sanitarie non erano accettabili: inoltre alcuni clienti sono stati trovati in possesso di droga: un 21enne di Reggio Emilia aveva un grammo di marijuana mentre un 20enne aveva mezzo grammo, sempre di 'erba'. La multa è stata salatissima: 4 mila euro più la sospensione dell'attività commerciale. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I cinque migliori ristoranti per la pausa pranzo a Parma

  • Aeroporto, gli industriali ci mettono 8.5 milioni di euro: ecco i nuovi voli

  • È morto il 46enne investito da un ciclista in piazzale Picelli

  • Trova una ladra in camera da letto, la blocca e la fa arrestare: 26enne serba in carcere

  • "Buon viaggio Schinca": il ricordo degli amici del 40enne morto dopo lo schianto in moto

  • Fontanellato: 40enne morsa al polpaccio da una nutria

Torna su
ParmaToday è in caricamento