menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presidente della Provincia Bernazzoli con l'assessore Amoretti

Il presidente della Provincia Bernazzoli con l'assessore Amoretti

Lavoro, dalla Provincia quattro macro azioni a favore dei giovani

L'Ente di Piazzale della Pace metterà in atto quattro misure per favorire un'occupazione stabile e l'auto imprenditorialità con uno stanziamento di 700 mila euro; Bernazzoli: "I giovani sono stati i primi ad essere lasciati a casa"

"Noi pensiamo ai giovani, i primi che sono stati lasciati a casa, la fetta più grande che ha pagato la crisi in termini di occupazione. Lo facciamo con quattro misure e 700 mila euro di investimento per dare più carte in mano a chi ha perso il lavoro, a chi è precario e a chi scommette su una propria idea d’impresa”. I giovani sono stati anche qui, a Parma e nel Parmense, le vittime più importanti della crisi. Lo ha sottolineato questa mattina in Provincia il presidente Vincenzo Bernazzoli presentando insieme alla collega Manuela Amoretti le azioni inserite dalla Provincia nel bando 2011 della formazione professionale finalizzate a rendere sempre più stretto e duraturo il rapporto fra giovani e occupazione.

A Parma dal 2008 il tasso di disoccupazione è aumentato in modo considerevole arrivando al 17% che pur essendo di dieci punti al di sotto della media nazionale merita comunque una attenzione particolare. Solo ieri l’Ocse lo ha riaffermata: l’Italia ha il tasso più alto a livello europeo di disoccupazione giovanile, il 27,9%, e un giovane su due ha un lavoro precario. “Pur sapendo che siamo nella media Ocse, siamo consapevoli che non è positivo. Così rischiamo di giocarci il futuro”.

LE MACRO AZIONI PREVISTE

Vincenzo Bernazzoli lo ha ribadito anche ieri a Roma alla manifestazione degli amministratori a cui ha partecipato rappresentando la Provincia di Parma. A fronte dell’impegno per uscire dalla crisi, oggi gli Enti locali non hanno abbastanza risorse per garantire la transizione verso il futuro. Nonostante questo “con le risorse date abbiamo scelto di contribuire a costruire le condizioni per un futuro del territorio e del paese. Vogliamo mandare – ha detto Bernazzoli - il messaggio che il paese ce la può fare se si usano gli enti locali e gli strumenti adatti”.

Le quattro misure, illustrate dall’assessore alla Formazione e Lavoro Manuela Amoretti, oltre a facilitare il loro l’ingresso nel mondo del lavoro, mirano a favorirne un’occupazione stabile e a sostenerne l’auto imprenditorialità Due le leve che sono state utilizzate per mettere a punto le azioni: la formazione professionale e i servizi dei Centri per l’Impiego. Per tutti coloro che sono interessati è importantissima l’iscrizione ai Centri per l’Impiego per iscriversi e siglare un “patto di servizio”, entro la data di approvazione delle diverse attività, indicativamente entro fine novembre.  Tutte le informazioni, compresa la sede di svolgimento dei corsi, saranno pubblicate sul portale formazione della Provincia, www.formazione.parma.it, nella sezione Cerchi formazione? a partire indicativamente dal 7 dicembre 2011.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riesplodono i contagi: 164 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Pizzarotti: "Contagi a rimbalzo: dobbiamo tenere duro così"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento