Legambiente contro il taglio di alberi: "Nuova amministrazione, vecchi vizi"

L'associazione ambientalista contro l'abbattimento del noce all'interno del Parco Bizzozero: "Questa mattina all'improvviso una squadra di operai, per conto del Comune, lo ha capitozzato impietosamente"

Legambiente contro il taglio di alberi nel parco Bizzozzero. "Il grande vecchio noce del parco Bizzozero era malato -si legge in un comunicato- il suo destino era segnato. Nonostante tutto anche questa primavera aveva gemmato e, seppur un po' spelacchiato, si era adornato di foglie che facevano ombra. Avrebbe resistito senza problemi, e senza causare guai, fino all'autunno. Questa mattina, senza alcuna comunicazione preventiva, una squadra di operai, per conto del Comune, lo ha capitozzato impietosamente. Stesso destino è stato riservato ad altri tre noci che, tranne in un caso, potevano essere preservati. Inoltre è stata eseguita una pesante potatura su  piante di susine, cariche di frutta".

"Legambiente si rammarica per questi tagli improvvidi, che potevano tranquillamente essere rimandati alla stagione fredda, e - al di là delle considerazioni di merito sulla possibilità di conservazione degli alberi in questione - causando meno disagio all'ambiente del parco ed ai suoi frequentatori. In queste modalità di azioni purtroppo non notiamo alcuna discontinuità tra la nuova Amministrazione Comunale e la precedente. Sul taglio degli alberi rimangono i vecchi vizi di azioni pesanti, a volte ingiustificate e, comunque, mai condivise - non diciamo partecipate - con chi frequenta i luoghi pubblici e ne è, in qualche modo, custode.

"Altre segnalazioni ci sono giunte di operazioni simili compiute in questo periodo. Tra queste il taglio di un filare di alberi nell'area dell'ex scalo merci di via Fratti, del quale non si è capito la necessità.Sul vecchio noce del Bizzozero, Legambiente era già riuscita a sventare il taglio nel marzo scorso. Purtroppo in questa occasione non siamo riusciti ad intervenire in tempo. Come detto sapevamo che la pianta era malata e quindi da abbattere. Per questo motivo nel novembre scorso, in occasione della Festa dell'Albero, avevamo piantumato un gelso vicino al vecchio noce, una sorta di staffetta tra generazioni di alberi... dedicandolo al premio nobel Wangari Maathai scomparsa recentemente".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento