menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Approvata legge "Dopo di noi", Maestri e Romanini: "Finalmente si protegge il futuro delle persone con gravi disabilità"

Approvata oggi alla Camera dei Deputati la legge "Dopo di noi" per la tutela nelle cure delle persone con disabilità gravi anche dopo la scomparsa dei parenti. I parlamentari Pd Maestri e Romanini esprimono soddisfazione per l'approvazione della legge.

"Una piccola rivoluzione nelle politiche sociali che dà una risposta reale e concreta a quei genitori che vivono con angoscia al pensiero di lasciare soli i propri figli disabili" sono le parole di soddisfazione dei parlamentari Pd Maestri e Romanini che oggi hanno assistito all'approvazione in Camera dei Deputati della legge "Dopo di noi" sulla tutela dei diritti alle cure e all'assistenza per le persone con gravi disabilità anche dopo la scomparsa dei parenti di primo grado.

Una norma che arriva dopo diversi anni di battaglie portate avanti, anche a Parma, da associazioni del terzo settore come Anfaas, Itaca, Tommasini, Amnic e tante altre. 

"Una legge importante, da molto tempo attesa anche a Parma, che delinea finalmente un percorso di protezione pubblico universalistica per le persone affette da grave disabilità e prive di un sostegno familiare” sottolineano i membri del Pd.

La normativa è arrivata dopo mesi di confronti in cui si è cercato di costruire il testo migliore, ora la discussione passerà al Senato. “Come deputati del Partito Democratico – spiegano Maestri e Romanini - ci siamo mossi con la volontà di mettere a disposizione delle Regioni e degli enti locali, del terzo settore e, soprattutto, delle famiglie, risorse importanti per far fronte a quelle situazioni di solitudine tra le più drammatiche soprattutto per chi vive in condizioni di indigenza. Speriamo che ora il Senato faccia presto e il ‘Dopo di Noi’ diventi rapidamente legge dello Stato”.

Per sostenere questo intervento il governo aveva già stanziato, nella Legge di Stabilità, 90 milioni di euro per costituire un Fondo pubblico per il 2016 e i primi 150 milioni nel triennio 2016-2019. “Si potranno elaborare progetti e percorsi – spiegano gli esponenti Pd - che favoriscano l'inclusione sociale e l'autonomia personale delle persone disabili anche attraverso programmi ed interventi innovativi di residenzialità volti alla creazione di famiglie-comunità e di case-famiglia. Si rafforzano inoltre le detrazioni fiscali per le spese sostenute per le polizze assicurative a tutela delle persone con disabilità grave, con l'incremento da 530 a 750 euro della detraibilità dei premi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    Il Parma perde, condannato da Cerri: Serie B a un passo

  • Cronaca

    Precipita con il paracadute: muore un 60enne parmigiano

  • Cronaca

    Coronavirus, aumentano i positivi: sono 130

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il Museo d’Arte Cinese di Parma protagonista alla Sapienza di Roma

  • Cronaca

    Prosciutto di Parma, 2020 anno nero: calano vendite ed export

  • social

    Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento