menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Legionella, ancora incertezze: nove ricoverati, due casi fuori dal quartiere Montebello

Il Tavolo Interistituzionale non è arrivato a risposte certe: sono necessarie ulteriori analisi per capire se c'è correlazione tra i pazienti e il batterio, che è stato trovato in alcune torri di evaporazione

Non esistono risposte semplici a questioni complesse: la conferma - se ancora ce ne fosse bisogno - è arrivata dal tavolo interistituzionale convocato oggi dal sindaco Federico Pizzarotti, con AUSL e Azienda Ospedaliera, alla presenza dei rispettivi direttori Elena Saccenti e Massimo Fabi e del delegato della Regione  Roberto Cagarelli. Il fatto importante è che il contagio sembra aver frenato la sua corsa: i casi confermati sono ad oggi 42, ma l'ultimo censito non ha alcuna attinenza con la zona interessata dal cluster individuato dai tecnici delle due aziende sanitarie. 

All'Ospedale restano 9 persone ricoverate, di cui due provenienti da zone del tutto estranee all'area del quartiere Montebello interessata. Le loro condizioni sono definite "stabili" dai sanitari. Dal punto di vista delle indagini epidemiologiche, l'Azienda USL ha confermato che, ad esclusione di quelli che hanno avuto a che fare per varie ragioni con la zona attorno a piazzale Maestri, i casi di Parma sono 7, in linea con i 10 riscontrati l'anno scorso per ragioni diverse, quindi riferite a situazioni individuali. Rispetto alle indagini ambientali, in tutto ne sono state campionate 36 torri di evaporazione.

Fra quelle in cui le analisi sono terminate, nella grande maggioranza dei casi hanno dato esito negativo, mentre in alcune situazioni si è riscontrata una positività, che al momento non può essere correlata con i pazienti. Ciò in quanto le analisi di laboratorio richiedono ulteriori approfondimenti e tempi lunghi per essere portate a termine. Proseguono anche le analisi da parte di Arpae sui venti per individuare una possibile correlazione fra il punto di emissione e il punto di ricaduta.  Probabilmente, comunque, si avranno notizie più dettagliate venerdì da parte della Regione Emilia Romagna, che sta coordinando il tavolo tecnico di lavoro sulla legionellosi. Dal punto di vista sanitario la situazione sta migliorando. Intanto il sindaco  ha già deciso di convocare una nuova seduta del tavolo istituzionale per sabato 29  ottobre in Municipio, data in cui  dovrebbero essere concluse tutte le analisi in corso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Tre nuove piste ciclabili: lavori per 1 milione e 150 mila euro

Attualità

Il Museo d’Arte Cinese di Parma protagonista alla Sapienza di Roma

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 84 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Parma potrebbe passare in zona gialla dal 26 aprile

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento